Home / Politica / Per non dimenticare

Per non dimenticare

di Giuseppe Saluppo

Visto che il centenario della Prima Guerra mondiale sta passando del tutto inosservato, in un Molise che dimentica tutto e tutti, nella ricorrenza di Caporetto mi piace pubblicare la lettera alla famiglia dell’aspirante ufficiale di fanteria, Nicola Sabelli di Agnone. Poche righe che ricostruiscono in pieno, da chi aveva visto, quei drammatici giorni. “Amatissimo papà, è terminato il 1917 anno, di dolori, di amarezze. Però la sua fine ha segnato una delle più belle pagine della Storia d’Italia. L’Italia ha saputo dimostrare che anche durante il dolore, durante la disgrazia è forte, è piena di volontà, di fede. E lo ha dimostrato al mondo intero con la resistenza eroica in un’ora tragica per essa… Se si pensa alle tristi condizioni cui eravamo ridotti, che cosa poteva fare di più il popolo italiano, il soldato italiano? Nulla di più”. A loro, va il pensiero di un Paese dimentico e ingrato.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

“Cooperazione transfrontaliera, Molise in 4 progetti”

Cooperazione transfrontaliera Italia-Croazia, il Molise protagonista in quattro dei 22 progetti che hanno superato positivamente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*