Home / Politica / “Il Pd molisano vuole privatizzare l’acqua”

“Il Pd molisano vuole privatizzare l’acqua”

“Come movimento politico, Noi con Salvini stiamo dalla parte dei cittadini, dalla parte di quella società molisana più libera ma anche più debole e più fragile ma, che da sempre, si è schierata contro i poteri forti e con chi ritiene che l’acqua deve restare un bene pubblico di tutti”. E’ quanto dichiarato da Aida Romagnolo neo coordinatrice provinciale di Campobasso del Movimento politico Noi con Salvini. “Da mesi, ha continuato Romagnuolo, stiamo seguendo le vicende in corso in Consiglio Regionale del Molise sulla proposta di legge n. 136 sull’istituzione dell’Egam, il nuovo ente di gestione idrico che di fatti ha l’obiettivo di privatizzare il bene per eccellenza nel Molise e cioè l’acqua, cioè l’unica cosa di cui ne disponiamo a sufficienza. Noi con Salvini – ha continuato Romagnuolo – sono giorni che cerchiamo di dare una valutazione morale e politica sulle posizioni del PD molisano, soprattutto dopo la massiccia volontà popolare che nella nostra Regione, com’è noto, si è espressa in occasione del referendum popolare totalmente a favore perché l’acqua avesse una gestione esclusivamente pubblica. E’ terribile – ha proseguito Romagnuolo, che la quasi totalità della maggioranza ora tutta PD in Consiglio Regionale (considerato che anche Ciocca e Ioffredi si sono accasati li), possa ribaltare la volontà degli stessi molisani e decidere con un colpo di mano di privare noi tutti dell’acqua come bene pubblico. Noi con Salvini – ha concluso Romagnuolo – siamo disposti a scendere anche in piazza per mobilitare i molisani e difendere con i denti l’acqua, siamo capaci di far sentire forte la nostra voce e di insistere invece con chi oggi prende la nostra acqua come la Campania, l’Abruzzo e la Puglia  senza mai aver aperto il portafoglio”.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

“Castellelce e Fresilia, un disastro”

“La Fresilia e la Castellelce sono solo due esempi di una politica inconcludente che promette, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*