Home / Campobasso / Paradossalmente, senza fuoco, la brace spenta di una città

Paradossalmente, senza fuoco, la brace spenta di una città

di Giuseppe Saluppo

Paradossalmente, senza fuoco, la brace spenta di una città. Un vecchio proverbio afferma: “Sant’Antonio, la gran freddura; San Lorenzo la gran calura; l’una e l’altra poco dura”. A Campobasso, invece, il 17 gennaio non sarà acceso il fuoco. Rinviato per neve. E’ la prima volta nella storia. Come se si trattasse di un appuntamento qualsiasi o dell’apertura di un esercizio commerciale. Paradossalmente, l’immagine della città capoluogo di regione. Dimenticando, che questo fuoco di S. Antonio Abate, santo collegato strettamente al ciclo di carnevale, è attributo solare di una divinità che muore e risuscita, segno ambivalente che implica la morte e nello stesso tempo la vita, la fertilità. Il “tutto è permesso” di dostoevskijana memoria ha vinto. “Se Dio non esiste tutto è permesso”, diceva uno dei personaggi nichilisti dello scrittore russo. Dimenticando, che quella del fuoco è tradizione. Tradizione è ciò che è vivo, che troviamo tutti i giorni nella nostra quotidianità. Senza di essa non è possibile pensare a un legante che tenga unite le mille anime di un paese. E’ quella parte del nostro passato che utilizziamo per costruire il nostro futuro, per indicarci la strada, guidarci e rassicurarci nei momenti in cui il cammino si fa più impervio e imprevisto. Tradizione è pensare il passato come chiave di lettura, e dunque strumento, per le situazioni che verranno. Il fuoco dei nostri avi. Spostarlo, rinviarlo perchè non si può cantare o allestire stand è come volere capovolgere la storia, “un residuo metafisico di cui liberarci”. Paradossalmente, diventa impossibile tracciare una qualunque rotta per potere navigare in questa vita tempestosa. Paradossalmente, è la raffigurazione della città capoluogo. Siamo, dinanzi ad una brace ormai spenta di un fuoco che ha già smesso di ardere.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

In Consiglio regionale, rendiconto e assestamento

Un Consiglio regionale alle prese con i rendiconti finanziari del 2017, dell’assestamento di bilancio per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*