Home / Lavoro / Numeri impressionanti di laureati candidati ad un incarico di co.co.co.

Numeri impressionanti di laureati candidati ad un incarico di co.co.co.

Dei Fondi europei alla  Regione, da mesi, stanno manipolando solo la parte che consente di prendere all’esterno figure professionali da destinare a funzioni di supporto  al “Por Fesr /Fse Molise 2014/2020.  Questa testata giornalistica ha seria difficoltà a seguire le determinazioni dirigenziali che da mesi sfornano avvisi e bandi pubblici, elenchi di idonei, e commissioni che vengono incaricate di accollarsi l’onere di selezionare le candidature. Ed ogni avviso, ogni bando prevede decine e decine di professionalità da individuare e selezionare per essere destinate, come abbiamo detto, a questo e a quel programma regionale che fa capo a questo e a quel fondo europeo per il quale c’è bisogno di personale per avviarlo e portarlo avanti. Questa premessa di carattere generale serve a chi scrive di riferirsi alle ultime determinazioni assunte dal direttore  del Secondo dipartimento regionale, Mariarosaria Simonelli. In particolare, alla determinazione del 10 novembre con la quale ha approvato l’elenco dei candidati ammessi  a fornire assistenza tecnica in materia di implementazione, gestione e attuazione del Programma Operativo Regionale Plurifondo – asse prioritario 11- per la parte che riguarda il Fondo per lo sviluppo economico (Fse). Un elenco lunghissimo con figure professionali le più varie: dai laureati in psicologia a quelli in giurisprudenza, in ingegneria, in economia  aziendale, in filosofia , in geologia, in architettura, in sociologia, in lingua e letteratura straniera e altro ancora, di particolare e comprovata specializzazione universitaria. Un  crogiuolo professionale che contiene 247 soggetti (profilo junior), tutti ammessi e, dunque, tutti idonei a fornire assistenza tecnica alla implementazione, gestione a attuazione del Por 2010/2020. Va da sé che non tutti e 247 potranno essere assunti come co.co.co., a tempo determinato per  36 mesi. Con altra determinazione, sempre riferita alla fornitura di assistenza tecnica in materia di implementazione, gestione e attuazione del programma operativo (Por), la Simonelli ha approvato l’elenco dei 59 ammessi (e ammessi con riserva) – profilo senior.  Tra senior e junior si ha la cifra di 306 soggetti in lizza per 9 posti, di cui 5 junior e 4 senior, come è specificato nella delibera della giunta regionale 228 del 2016, e un costo preventivato di 660mila euro. Numeri impressionanti di laureati in cerca di un’occasione di lavoro a tempo determinato. Ciò deve  far riflettere gli amministratori regionali sulla necessità di creare presupposti e valori meno aleatori in materia occupazionale per non procrastinare oltre una guerra tra poveri. Fa impressione pertanto immaginare quale possa essere la tensione della commissione valutatrice che dovrà stilare la graduatoria dei 247 junior in lizza per i 5 incarichi e, non dimeno, per stilare la graduatoria dei 59 senior in lizza per gli altri 4 incarichi.  A titolo di cronaca, ad assumersi l’onere di valutare gli oltre 300 candidati per appena 9 incarichi di co.co.co. sono Vincenzo Rossi, presidente; Delfo Giovanni Carissimi, componente; Maria Riuscitto, componente, e Giovanna D’Elia, segretaria. Gli vada un sincero “in bocca al lupo!”.

Dardo

 

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Toma: “Infrastrutture, ora possiamo procedere. Sbloccati i fondi”

Infrastrutture, ora qualcosa sembra muoversi. E’ diventato operativo, infatti, il piano sviluppo e coesione 2014-2020, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*