Home / Politica / I Numeri del Molise, per conoscere la storia demografica della regione
nor

I Numeri del Molise, per conoscere la storia demografica della regione

Numeri che fanno rabbrividire, quelli legati all’andamento demografico del Molise e che escono fuori, con dovizia di lavoro statistico, dal volume presentato ieri all’Unimol, del ricercatore, Fabrizio Nocera. La regione sta gradualmente perdendo abitanti e la proiezione nel 2026 descrive un territorio scarsamente abitato che non raggiungerebbe i 260mila abitanti. Fabrizio Nocera ha delineato l’andamento storico dei dati. Dai 400mila abitanti di inizio Novecento, alla grande emigrazione del secondo dopoguerra. Al rialzo fino ai 330mila abitanti a fine anni 60 inizi anni ’70 quando l’industrializzazione di alcune aree del Molise hanno consentito la ripresa demografica. Infine, negli ultimi 20 anni il sistematico calo della popolazione dovuto all’andare via dal Molise dei giovani in cerca di occupazione. Un fenomeno che non si arresta e che sta producendo non pochi problemi di natura sociale. Una carrellata di dati, ancora, per singoli comuni proprio per offrire un quadro esauriente ed esaustivo della realtà molisana. A partire dallo stesso capoluogo di regione, Campobasso, che è sceso, per la prima volta sotto i 50mila abitanti. La scelta di privilegiare la descrizione storica rispetto all’analisi statistica, rende la lettura  scorrevole e dovrebbe facilitare il compito di quanti amministratori regionali volessero trarre da questi numeri la giusta, doverosa, analisi per le soluzioni da adottare al fine di evitare uno spopolamento del territorio che potrebbe avere gravi ripercussioni sul piano sociale ed umano del Molise. I Numeri del Molise di Fabrizio Nocera, dunque, una lettura del territorio attraverso la demografia che dovrebbe essere la forza di una regione e non già una debolezza

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Di Niro: “Al via azioni legali per i ritardati pagamenti”

All’esito della riunione assembleare svoltasi il 13 settembre, della lettera pec inviata dall’ACEM il giorno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*