Home / Politica / No Hub, protesta il 13 novembre dinanzi la Prefettura a Campobasso

No Hub, protesta il 13 novembre dinanzi la Prefettura a Campobasso

Partecipata assemblea presso il Centro Comunitario di Santa Croce di Magliano dove i Comuni che gravitano attorno a San Giuliano di Puglia, si sono riuniti con i propri amministratori e cittadini per fare il punto della situazione e ribadire un secco NO all’apertura dell’Hub presso il Villaggio che un tempo ha ospitato la popolazione terremotata di quel centro. Moltissimi gli interventi che seppur con sfaccettature diverse perchè c’è sempre qualcuno che anche di fronte all’evidenza dei fatti, dispiace inimicarsi la politica, è prevalso con chiarezza che siamo stati e siamo favorevoli ad essere solidali anche se abbiamo già dato, ma se proprio dobbiamo accogliere va utilizzato il modello SPRAR e una equa distribuzione su tutto il territorio regionale. Sono venuti fuori i ritardi della ricostruzione post sisma, la mancata ripartenza dell’economia, la viabilità, i presìdi chiusi, la mancanza di lavoro, lo spopolamento, le scuole da ricostruire e la paura di fronte a quella che viene definita una pericolosa invasione studiata a tavolino proprio dalla politica che qualcuno tenta chissà per quali motivi, ancora di difendere. Ci aspettiamo comunque una grande partecipazione di popolo per manifestare pacificamente e ribadire che la solidarietà la intendiamo in maniera diversa e comunque l’abbiamo già data. Questo territorio va ricostruito anche economicamente e valorizzato concertando le iniziative con i cittadini che lo vivono, lo difendono e lo tuteleranno da qualsiasi interferenza non gradita. La politica è avvisata. Non consentiremo a nessuno di decidere a casa nostra. Questo sia chiaro a tutti !!!!!

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Ma Renzi non ha fatto già danni enormi al Pd?

di Vincenzo Cordisco Cari dirigenti, segretari ed ex segretari del pd, o forse meglio dire …

Un Commento

  1. Arianna Di Biase

    Basta con tutti questi migranti. Non possono continuare a scappare all’infinito dai loro Paesi. Occorre un serio piano d’intervento dalle loro parti. Punto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*