Home / Politica / Niro: “22 milioni per la strada dal bivio di Guardialfiera a quello di Larino”

Niro: “22 milioni per la strada dal bivio di Guardialfiera a quello di Larino”

L’assessore Vincenzo Niro ha rassicurato il Comitato “LISCIONE SICURO” affermando che le verifiche effettuate al viadotto hanno dato un buon esito e che il limite di velocità a 50 km/h è dettato semplicemente da un “elemento di prudenza”.   La Regione Molise, ha precisato l’assessore Niro, punta ad avere, come tutte le altre regioni centrali, una trasversale che congiunga il Tirreno (casello A1 San Vittore-Sesto Campano) con l’Adriatico, il cui costo si aggirerebbe sugli 89 milioni. Non più, dunque, un’autostrada come era stato chiesto in precedenza, ma una superstrada che avrebbe un grande impatto economico sull’intera regione.  E’ questo il progetto presentato a Roma dal Governo Regionale, progetto suddiviso in lotti. Nella scala delle priorità il tratto riguardante il viadotto sarebbe il primo ad essere avviato; i lavori sarebbero previsti già a decorrere dal 2019. Infatti, il primo lotto costerebbe 22 milioni, fattibilità nel 2019, mentre il secondo, di 50 milioni, sarebbe fattibile nel 2020.   Questo tratto andrebbe dal bivio di Casacalenda a quello di Larino e, comunque, per effettuare i lavori, gli appaltatori dell’opera saranno obbligati a creare una bretella laterale, che non arriverà fino al bivio di Larino bensì si fermerà a quello di Guardialfiera. Quindi, non risolverebbe il problema che i molisani hanno a cuore, ovvero bypassare il Liscione in caso di terremoto.  Secondo l’assessore, una bretella o strada di soccorso, da realizzare a fianco del lago,  come quella proposta dal comitato, è fuori discussione perché inserirla nel piano nazionale rischierebbe di far fallire l’intera proposta regionale. Anche perché, sempre secondo Niro, il governo centrale si chiederebbe come mai, in caso di emergenza, l’amministrazione regionale non faccia transitare i veicoli sulla vecchia Statale 87.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Accordo in vista a Roma: si lavora a un baratto sui commissari straordinari alla sanità. Il commissario della Campania ai 5 Stelle, il commissario del Molise alla Lega

La sanità, nel Molise, è il perno intorno al quale ruotano le maggiori questioni politiche …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*