Home / Territorio / “Il Molise é sempre impreparato”

“Il Molise é sempre impreparato”

CAMPOBASSO. In occasione delle nevicate in programma, i  treni hanno fatto cilecca. FFSS se ne impipa e così chi vuole andare a Roma deve cambiare mezzo. Auto o pulman. Si dice che siamo orecchianti ed improvvisatori invece abbiamo una organizzazione programmata per le inefficienze e deturpazione di cose belle. Neanche il giubileo ha portato quello che molti speravano. Noi siamo autolesionisti. Mi fa venire in mente il boscaiolo che segava il ramo dove era seduto. Cosa significa? Che chi dovrebbe, ad esempio,occuparsi di turismo non considera che la venuta di turisti porti valuta che fa bene alle casse di chi opera in tale senso? Invece si legge che le pale eoliche insidiano Altilia Il ramo segato.Questa insensibilità porta conseguenze economiche e sociali che si riverberano sul territorio. Oltre a ciò si deturpano le cose belle: i muri di Campobasso sono costantemente presi d’assalto da gente – eufemismo – che li imbratta: che fare…..Concludo facendo riflettere sulla debolezza che si manifesta quando c’e’ un evento – in questo caso la neve – che abitando in quasi montagna dovrebbe essere attaccata diversamente. Al bianco Molise, un saluto. AA

 

Di Virginia Romano

Potrebbe Interessarti

“Campobasso, addio alla città giardino”

“Molte polemiche ha destato in questi giorni l’abbattimento di 3 pini secolari in piazza Falcone …

2 commenti

  1. Mariapaola Marchitto

    Eppure siamo una regione di alta collina ed alta montagna. E’ grave, gravissimo non essere quasi per nulla dotati di turbine. E’ altrettanto grave continuare a liberare le vie centrali lasciando muri di neve sui marciapiedi. Lo e’ ancor più spargere sale a singhiozzo e trascurare la zona industriale. E se fossimo in Finlandia, dove questi eventi sono di casa, che cosa faremmo?

    • Arianna Di Biase

      Sottoscrivo al 100% quanto affermato dalla signora Marchitto. Purtroppo non impariamo mai dai nostri errori, per quanto ripetuti, e allora teniamoci quello che ci meritiamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*