Home / Politica / Il ministro Fedeli a Campobasso

Il ministro Fedeli a Campobasso

Il ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli a Campobasso, ospite prima della scuola primaria ‘Montini’, poi dell’Istituto ‘Pertini’ e, infine, la tappa all’Alberghiero di Vinchiaturo, per il pranzo preparato dagli studenti dell’Istituto.   “Nella scuola italiana c’è qualità didattica e formativa. Negli ultimi tre anni abbiamo scelto di investire, non solo economicamente, ma anche nella formazione qualitativa dei docenti. Chi opera nella scuola opera per il Paese e, quindi, gli va riconosciuta questa funzione, a partire dall’istituto contrattuale”. Così, il ministro Fedeli accompagnata dal dirigente dell’Usr Molise Anna Paola Sabatini, dal dirigente dell’istituto Agata Antonelli e il direttore del Conservatorio Perosi Lelio Tulio.  Festanti i bambini, che l’hanno aspettata davanti all’ingresso della scuola, addobbato con tanti palloncini nelle tinte del tricolore. L’ingresso a scuola con le note dell’Inno di Mameli, eseguito dagli studenti dell’Orchestra della ‘Montini’, la visita alle aule, ai laboratori.  “Sono contenta di essere qui – ha aggiunto – perché significa andare a toccare con mano quanta qualità didattica e formativa c’è nelle scuole italiane. Purtroppo spesso non si racconta la scuola che fa scuola, che include e che qualifica. Sulla sicurezza scolastica so di toccare qui un tasto dolente ma in tre anni abbiamo investito tantissimo in innovazione e sicurezza, riaprendo anche l’Osservatorio che era chiuso da vent’anni, che ci consente di capire subito quali sono le priorità e dove indirizzare i finanziamenti”. Poi, la visita all’istituto ‘Pertini’ dove ad attendere il ministro la dirigente scolastica, Forte. Ultima tappa all’Alberghiero di Vinchiaturo dove ha potuto constatare la valenza di quanti seguono i corsi di quest’Istituto.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Ma Renzi non ha fatto già danni enormi al Pd?

di Vincenzo Cordisco Cari dirigenti, segretari ed ex segretari del pd, o forse meglio dire …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*