Home / Politica / “Mazzuto va commissariato”

“Mazzuto va commissariato”

“Non ha più senso restare a coordinare l’attività della Lega a Ripalimosani, dopo tutti i guai che Mazzuto sta procurando al nostro partito pur di mantenere il suo incarico di assessore regionale esterno. Non ha più senso, perchè nonostante io con gli altri attivisti abbiamo dato molto alla Lega sia alle elezioni politiche che regionali, noi militanti, iscritti e dirigenti della Lega nel Molise siamo ostaggi di Mazzuto che, a sua volta, è ostaggio della Giunta regionale e questo, perchè Mazzuto è un assessore a tempo, ad orologeria e quindi non potrà mai aprire la bocca o esprimere un suo diniego”. Lo scrive Nicola Ellenico, segretario della Lega di Ripalimosani che si è dimesso per protesta contro la gestione regionale di Luigi Mazzuto.  “Se Mazzuto alzasse la voce in Giunta o peggio, pretendesse ad esempio un incarico per il dirigente ing. Petrone di Venafro, ebbene, verrebbe immediatamente disarcionato da assessore e nessuno in Consiglio regionale lo difenderebbe per cui, questa sua situazione di puro calcolo d’interesse personale, sta distruggendo il partito considerato che tantissimi tra sindaci e amministratori sono già andati via. Sulla scorta di un Mazzuto muto e inattivo, rassegno le mie irrevocabili dimissioni di Coordinatore cittadino della Lega Ripalimosani. Naturalmente, resterò sempre al fianco di Aida Romagnuolo, il nostro capogruppo della Lega alla Regione Molise che, più di tutti, ha trainato e portato il nostro partito di Salvini al successo elettorale nel Molise. Oggi, ho compreso che con Mazzuto, la Lega nel Molise non farà molta strada, è destinata a scomparire essendo lo stesso Mazzuto allineato a Forza Italia, il partito del presidente e quello alla quale vi ha militato per oltre 25 anni. Mi appello a Salvini, perchè se per davvero vuole una Lega forte e presente nel territorio, deve Commissariare urgentemente la Lega nel Molise”.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Michele Durante tra il dire il fare

Strana è la politica cittadina. Il presidente del Consiglio comunale di Campobasso, Michele Durante, interviene …

2 commenti

  1. Se i panni sporchi si lavassero a casa…

  2. In un soggetto politico come un partito se c’è qualcosa che non va deve essere esplicitato perché è un’immagine peggiore non farlo agli occhi dei cittadini che riscontrano le “carenze ” di alcuni aderenti. Questa è la mia opinione non di parte,ma di carattere generale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*