Home / Politica / Mario Pietracupa e la sfida di una rinnovata autonomia

Mario Pietracupa e la sfida di una rinnovata autonomia

Al di là del bagno di folla per Mario Pietracupa, resta la forza delle idee di un uomo che ha sempre creduto nella specificità del territorio molisano e della necessità di rilanciare una nuova azione. Un tempo in Molise si realizzava, ci si affannava a creare occasioni di sviluppo, si ponevano le basi per un futuro. Oggi si smonta quanto costruito. Ed è su questa linea che Mario Pietracupa sta costruendo la sua candidatura parlando ai cittadini molisani dei tanti piccoli borghi.  Consapevole che, oggi, “le piccole patrie” hanno le potenzialità per tornare a giocare una vera partita sullo scacchiere sempre più in mano ad una depravata finanza. Tutto ciò  impone di prendere atto che una fase storica si è conclusa e che diventa necessario attrezzarsi per tempo al fine di dare vita ad una nuova, più difficile ed esaltante fase: quella della seconda autonomia. E’ una sfida importante per il Molise e per tutti i molisani, al di la delle appartenenze e di quant’altro se non vogliamo tornare ad essere la costola di qualche altra regione o, peggio, doversi sistematicamente presentarsi col cappello in mano. Mario Pietracupa ne è consapevole e intende portare avanti, con forza, questa idea. E’ pur vero che molti esempi non sono stati positivi, che quanto costruito nel corso dell’ultimo trentennio è stato mangiato ma è altrettanto vero che è possibile ricostruire un percorso. E bisogna puntare, in primo luogo, all’ottimizzazione di tutto il potenziale umano, territoriale, infrastrutturale, tecnico, economico, finanziario e culturale di cui attualmente disponiamo. E non è poca cosa. Per realtà più consistenti la “qualità” diventa una ragionevole probabilità statistica: nel nostro caso deve diventare un progetto lucidamente elaborato e tenacemente perseguito, dove nulla può essere lasciato al caso o all’improvvisazione. Ed è il programma che Mario Pietracupa ha lanciato nel corso dell’incontro con gli elettori ma che sta cercando di diffondere in ogni piccolo comune. Convinto, che la seconda autonomia è la vera sfida che si impone per avere la speranza ancora di un domani.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Berlusconi: “Il centrodestra può governare il Molise”

“Abile oratore, ma assolutamente non adatto a governare il Molise. Sono rimasto in campo ancora …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*