Home / Cronaca / Il Luogotenente Massimo La Boccetta, Comandante della Centrale Operativa dei Carabinieri di Isernia, dopo quarant’anni lascia il servizio attivo nell’Arma

Il Luogotenente Massimo La Boccetta, Comandante della Centrale Operativa dei Carabinieri di Isernia, dopo quarant’anni lascia il servizio attivo nell’Arma

 Ha lasciato il servizio attivo, dopo quarant’anni di servizio attivo nell’Arma, il Luogotenente Massimo La Boccetta, che negli ultimi anni è stato comandante della Centrale Operativa del Comando Provinciale di Isernia, che gestisce le attività di pronto intervento delle pattuglie dislocate su tutto il territorio e risponde alle chiamate di emergenza attraverso il numero unico “112”. Nel 1976, il Luogotenente La Boccetta, non ancora maggiorenne frequenta la scuola militare Nunziatella di Napoli, poi il corso sottufficiali nell’Arma  dei Carabinieri. Impiegato nei primi anni di servizio nella linea territoriale, nel 1980 partecipa alle operazioni di soccorso delle popolazioni colpite dal terribile terremoto dell’Irpinia, per la quale verrà insignito di una medaglia di benemerenza.  Nella seconda metà degli anni ottanta presso la settima sezione antimafia di Palermo, conduce indagini su organizzazioni malavitose collaborando anche con il giudice Giovanni Falcone. Negli anni novanta il trasferimento ad Isernia dove è prima comandante del Nucleo Operativo e poi responsabile della sezione di Polizia Giudiziaria della Procura della Repubblica di Isernia. Una breve parentesi al comando del Nucleo Informativo prima di approdare all’ultimo incarico di comandante della Centrale Operativa. Le sue indiscutibili qualità professionali e le sue straordinarie doti umane, hanno fatto sì che nel corso degli anni la sua figura divenisse un punto di riferimento per tanti suoi collaboratori, e per i comuni cittadini ai quali non ha mai lesinato consigli utili, prediligendo sempre il dialogo. Tutto il personale del Comando Provinciale, ringrazia il Luogotenente La Boccetta, augurandogli di riversare lo stesso entusiasmo nel suo nuovo percosso di vita, con l’auspicio che sia lungo e felice.

 

Di Virginia Romano

Potrebbe Interessarti

Coma etilico per un 14enne: si può?

Egregio direttore, Ci risiamo: l’ennesimo minorenne sotto coma etilico nel capoluogo. Sicuramente le sarà noto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*