Home / Territorio / Linea ferroviaria Termoli-Campobasso: Nagni incontra i sindaci

Linea ferroviaria Termoli-Campobasso: Nagni incontra i sindaci

“Lunedì mattina, presso l’Assessorato ai Trasporti della Regione, incontrerò i Sindaci di  Casacalenda, Termoli e Larino riguardo la possibile cancellazione di alcune corse della tratta Termoli Campobasso da parte di Trenitalia Così l’Assessore ai Trasporti, Pierpaolo Nagni, il quale ha sottolineato che “c’è comunque da parte della Regione Molise piena disponibilità a trovare soluzioni efficaci e ottimali per garantire il miglior servizio possibile all’utenza.

Come noto, il servizio sulla linea ferroviaria Campobasso – Termoli è temporaneamente sospeso per lavori di manutenzione e il numero delle corse effettuate da parte degli autobus sostitutivi è stato ridimensionato poiché sproporzionato rispetto all’utenza che effettivamente utilizza i mezzi. Il tutto senza dimenticare la sovrapposizione che sussiste nelle medesime tratte di autobus delle ditte SATI, Langiano, Lancieri, Silvestri e Calzolaro.

Dunque, visto che i tempi per  un ragionamento sono maturi, diventa nostro preciso obbligo avviare una riflessione che miri alla riqualificazione dell’offerta trasportistica, impostato su logiche che determinino sia un gradimento dei servizi sia una utilizzazione equilibrata delle finanze pubbliche, in special modo in una fase di revisione della spesa sul settore.

Sempre per opportuna informazione, sulla linea Campobasso Termoli, oggi lavorano 41 coppie di corse (82 opportunità complessive) sommando il trasporti su ferro e quello su gomma.

Un ulteriore dato su cui necessariamente tutti devono riflettere con cognizione e responsabilità amministrativa e gestionale è che diverse delle corse “viaggiano” su una media inferiore ai 10 passeggeri. Quindi, dinanzi a questa situazione, è nostro preciso dovere reimpostare il servizio, tenendo sempre in vista qualità per i fruitori ma anche buona gestione delle risorse.

Mi preme ricordare, poi,  che siamo all’avvio delle procedure di gara per l’affidamento del servizio di trasporto extraurbano su gomma e alla conclusione della trattativa per la risoluzione del debito con Trenitalia, con il fine di giungere ad “un punto 0” e guardare a un progetto che sviluppi la migliore rete di trasporti possibile in Molise.

Sembra logico, ha concluso Nagni, che un simile processo, così delicato, complesso, articolato e che coinvolge un gran numero di molisani, sia oggetto di confronto sereno tra tutti i livelli amministrativi, basato su posizioni oggettive, anche diverse, ma comunque pragmatiche e circostanziate rispetto ai nostri tempi ed alle economie disponibili.”

 

Di Virginia Romano

Potrebbe Interessarti

Pagine di Novecento Molisano

E’ giunto al secondo volume, Pagine di Novecento molisano. Un racconto della storia della nostra …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*