Home / Politica / “Legge elettorale, da bocciare la circoscrizione unica”

“Legge elettorale, da bocciare la circoscrizione unica”

“Dai comunicati diffusi dal Presidente della Regione, Paolo di Laura Frattura, si apprende che, in riferimento alla nuova Legge Elettorale regionale, la  maggioranza di centro-sinistra  intende prevedere per il Molise una CIRCOSCRIZIONE UNICA”. Il MoVimento 5 Stelle Isernia è fermamente contrario a tale proposta e per questo motivo DOMENICA 15 OTTOBRE allestirà un gazebo ad Isernia, in Piazza Stazione, per informare ed ascoltare i pareri dei Cittadini su tale argomento. “Ricordiamo che il MoVimento 5 Stelle Molise ha presentato una propria proposta di modifica dell’attuale Legge Elettorale, prevedendo DUE CIRCOSCRIZIONI, corrispondenti ai territori delle provincie di Isernia e Campobasso, dopo aver recepito le istanze provenienti dalla base circa la necessità di dare il più possibile rappresentatività omogenea ai vari territori della regione, Ancor di più, nella proposta del MoVimento 5 Stelle è prevista, per la circoscrizione di Isernia, l’assegnazione PER LEGGE di almeno 6 consiglieri regionali. Se dovesse passare la proposta della maggioranza di centro-sinistra, il territorio di Isernia rischia di essere ancor più penalizzato e definitivamente devastato, atteso che il Presidente Frattura, ad ogni piè sospinto, cerca di favorire altri territori a discapito di quello pentro. Purtroppo dobbiamo altresì rilevare che i “paladini” della Provincia di Isernia che fanno parte della coalizione di centro-sinistra (in primis Vincenzo Cotugno e Massimiliano Scarabeo) ad oggi non hanno ancora detto una sola parola sulla proposta del loro “leader”, nonostante proprio essi hanno presentato proposte diametralmente opposte a quanto intende approvare l’attuale Governatore della Regione. Stendiamo un velo pietoso anche su Michele Iorio che essendo chiuso ormai in un angolo, cerca di sopravvivere come può per garantirsi “la poltrona” (qualunque essa sia) per un’altra legislatura: per questo motivo diventa “complice sottobanco” a Campobasso ma si erge a “pubblico oppositore” di Frattura” e “difensore della provincia di Isernia”. Ma la questione delle circoscrizioni è ancor più complessa se messa in relazione con le proposte, che ormai sono copiose in Parlamento e altrove, circa la costituzione di MACROREGIONI. Proprio nei giorni scorsi, infatti, è stata depositata presso la Corte di Cassazione, una proposta che prevede l’accorpamento di Lazio, Abruzzo e Molise in una unica Regione con Roma che costituirebbe Provincia autonoma. La prossima legislatura potrebbe essere proprio quella che darà definitivamente il via a tali aggregazioni su tutto il territorio nazionale ed per questo motivo una corretta e più adeguata rappresentanza del territorio di Isernia in seno al Consiglio Regionale del Molise, sarebbe utile ad affrontare meglio il dibattito sull’argomento, con maggiori e diversificati spunti di riflessione. Pertanto diamo appuntamento ai Cittadini in Piazza Stazione, sotto il Gazebo 5 Stelle per discutere su tali questioni che incideranno in maniera fortissima sul futuro della nostra provincia e della nostra Regione”.

 

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

“Cooperazione transfrontaliera, Molise in 4 progetti”

Cooperazione transfrontaliera Italia-Croazia, il Molise protagonista in quattro dei 22 progetti che hanno superato positivamente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*