Home / Campobasso / Lavoro straordinario? Invece dei soldi, riposo compensativo. Accade ai Vigili urbani di Campobasso

Lavoro straordinario? Invece dei soldi, riposo compensativo. Accade ai Vigili urbani di Campobasso

Incredibile quanto accade al Comune di  Campobasso. Ricordate la famosa chiusura di tutti gli uffici pubblici, causa neve, per il giorno lunedì 9 gennaio 2017? Tutti giustificati grazie al provvedimento emesso dal prefetto di Campobasso. E chi, per garantire i servizi essenziali necessari, è dovuto andare al lavoro come, nella fattispecie i Vigili urbani? Per l’amministrazione comunale non avranno diritto ad alcuna remunerazione ma la giornata “verrà recuperata mediante la concessione di una giornata di riposo compensativo”. Ma il contratto di lavoro non prevede che il riposo compensativo sia su richiesta del dipendente e che non può essere imposto d’autorità? Un interrogativo che la risposta l’ha insita nel contratto ma che, in capo all’amministrazione comunale di Campobasso non fa testo, specie. I Vigili urbani in servizio hanno effettuato un lavoro straordinario e, dunque, hanno diritto ad essere pagati per le ore effettivamente svolte. Perchè bisogna aprire altri, eventuali, contenziosi? Non bastano quelli in corso? E, poi, è possibile una buona volta mettere mano alla riorganizzazione del Corpo Vigili Urbani da anni abbandonato al suo destino?

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Frattura: “La visita di Renzi, un nuovo passo per il Molise”

“Tra gli appunti che Matteo Renzi sta prendendo nel suo viaggio in giro per le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*