Home / Politica / “Ittierre, Iorio dimentica troppe cose”

“Ittierre, Iorio dimentica troppe cose”

Alle dichiarazioni del consigliere regionale, Michele Iorio, sulla questione della fidejussione per la Ittierre, dopo la sentenza del tribunale, la controreplica giunge da parte dell’Avv. Carmela Lalli Consulente presso la Regione Molise : “Dunque, se ho ben compreso, per il Presidente Iorio, la (illegittima) fideiussione è stata rilasciata dalla Regione per garantire la continuità aziendale che, però, di fatto non vi è stata perché l’imprenditore privato, pur ritenuto meritevole di essere garantito dalla precedente amministrazione regionale, bene ha pensato di non pagare il prezzo, determinando la seconda crisi Ittierre (in sostanza, la chiusura dell’azienda).
Quindi, in seconda battuta, sempre secondo la “fantasiosa” ricostruzione del Presidente Iorio, la medesima fideiussione “avrebbe” permesso alla Regione (non si comprende bene come) di diventare un interlocutore principale della vicenda aziendale perché il Ministero “avrebbe dovuto” assumersi le responsabilità del fallimento (!!). Mai uso del condizionale è stato così corretto come nel caso di specie: di grazia, per quale ragione il Ministero, nella convinzione di avere una valida fideiussione, a prima richiesta e senza eccezioni, rilasciata da un Ente Pubblico avrebbe dovuto fare tutto ciò? Ed infatti, si è ben guardato dal farlo, notificando alla Regione, senza colpo ferire, un decreto ingiuntivo da 12 milioni di euro con richiesta di provvisoria esecutività!
Solo per dovere di chiarezza e per evitare che, in vicende così complesse, passino messaggi ed informazioni non corrette, mi preme precisare che la fideiussione, che è una garanzia, non era (e non poteva esserlo tecnicamente) fantomaticamente garantita, a sua volta, da immobili Ittierre o da pacchetti azionari (su questo passaggio, forse, Iorio avrebbe dovuto consultarsi con un legale).
Ed allora, Presidente Iorio, il cimitero sociale non lo ha determinato Frattura bensì gli inadempienti imprenditori privati ai quali si è ritenuto di dare credito con i soldi dei contribuenti e la sottoscritta ed il “ragionier” Frattura non gioiscono nel vedere chiuse le aziende bensì esprimono soddisfazione per avere evitato un illecito, prima ancora che inutile, enorme esborso di denaro pubblico per aziende ormai già chiuse da altri.
P.S. Sia consentita una domanda da parte del consigliere giuridico di Frattura pagato “a peso d’oro” (sic!!):
Presidente Iorio ma Lei ricorda quanto costavano alle casse regionali i suoi consiglieri? E ricorda se gli stessi, al di fuori del loro contratto di consulenza, assumevano anche altri e distinti incarichi retribuiti dalla Regione e/o dal Sistema Regione Molise?
Per la cronaca, la mia attività professionale svolta per la soluzione della vicenda “fideiussione Ittierre” non è costata un euro in più alla Regione. Del resto, la parsimonia del Ragioniere è notoria!”

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Bregantini Vescovo politico?

Di Giuseppe Saluppo   Possibile che un Vescovo possa esprimersi in questa maniera? All’inizio, in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*