Home / Politica / Il ritorno in campo di Michele Iorio. “Il Molise ha necessità di scelte”
All-focus

Il ritorno in campo di Michele Iorio. “Il Molise ha necessità di scelte”

Un Michele Iorio a tutto campo dopo la sentenza di assoluzione piena da parte dei giudici della Corte di cassazione. Un Michele Iorio soddisfatto per la cancellazione di una sentenza di secondo grado che gli ha impedito di fare politica. Un Michele Iorio che ha ribadito le incongruenze della legge Severino. Un Michele Iorio che ha rispolverato il suo essere politico e messo in conferenza stampa la sua politica. “Vedo troppa esultanza per cose minute. La situazione molisana è drammatica. Se è vero, come è vero, che oltre mille persone sono andate via dal Molise in questi primi mesi del 2018, non c’è da stare allegri”. Più che il commento alla sentenza, a Michele Iorio interessa il ritorno nell’agone politico. Quello che manca a chi la politica la mastica da sempre. “Non a caso – ha ribadito – sono stato presente nelle scorse elezioni regionali con il simbolo Iorio per il Molise. Un programma per la mia terra. Certo, condiviso anche con il centrodestra e con l’attuale presidente Toma. Dobbiamo lavorare su temi, e da subito, perché il Molise non può attendere”. Iorio non ha mancato di sottolineare che farà richiesta alla coalizione e al presidente Toma, di volere entrare in Giunta. “Sono un andreottiano – ha detto – e come Andreotti è stato sette volte presidente del Consiglio dei ministri ed altrettante volte Ministro posso essere anch’io assessore. Lo porterò all’attenzione della coalizione ma non farò barricate o sarò pretestuoso se la richiesta non dovesse essere accolta”. Michele Iorio ha ribadito la necessità, invece, che il governo regionale intavoli con quello nazionale la vertenza Molise. “Non plaudiamo solo perché qualche ministro viene da noi. Diciamo, invece, ai rappresentanti del Governo che il Molise ha necessità di fondi e investimenti. Per non morire”.  Infine, l’ultima stoccata a chi vuole modificare lo Statuto sui due anni e mezzo della presidenza del Consiglio regionale. “I precari vanno stabilizzati altrove”, ha chiosato Iorio. Sul piano politico, certamente, il Consiglio regionale ha riacquistato una figura di spessore e, si spera, possa dare quel segno di esperienza e competenza necessari in questo delicatissimo momento che sta attraversando la regione Molise.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Consiglio regionale, il tunnel in Commissione

ll Consiglio regionale, presieduto dal Presidente Salvatore Micone, ha tenuto oggi una seduta monotematica per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*