Home / Cronaca / Grandinata, sarà chiesta la calamità naturale

Grandinata, sarà chiesta la calamità naturale

Grandinate, temporali e forti raffiche di vento hanno interessato una parte del Molise lo scorso martedì 25 luglio. A registrare maggiori danni e disagi sono stai i Comuni del Basso Molise, messo letteralmente in ginocchio dall’evento atmosferico che in alcuni casi ha compromesso le colture di numerose aziende agricole del territorio che vedono sfumare la raccolta dell’uva e di quella che sarà delle olive.
Al fine di consentire l’attivazione degli interventi previsti dal decreto legge sulle calamità naturali,  l’Assessorato all’Agricoltura ha invitato le aziende agricole che hanno subito danni a produzioni, strutture e impianti produttivi, a segnalare gli stessi per il tramite delle Amministrazioni Comunali territorialmente competenti.
Le segnalazioni dovranno essere trasmesse, dai Comuni e dalle Associazioni di Categoria, al Servizio Economia del Territorio, Attività Integrative, Infrastrutture Rurali e Servizi alle Imprese con la dovuta tempestività e comunque entro il 9 agosto in modo da consentire, in tempo utile, alle strutture regionali di procedere con le previste verifiche e gli adempimenti di competenza.
Chiediamo la massima collaborazione per avviare l’iter amministrativo finalizzato a garantire gli aiuti economici per sostenere il settore agricolo colpito da eventi atmosferici di particolare intensità. – ha sottolineato l’Assessore alla Politiche Agricole e forestali, Vittorino Facciolla – La raccolta delle segnalazioni è un primo passaggio, importante per valutare l’entità dei danni subiti dalle aziende agricole”.

Danni che vanno a sommarsi già al momento difficile che sta vivendo il comparto agricolo molisano alle prese con la siccità.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Truffe on line, denunciata una coppia

Gli agenti della Squadra Mobile di Isernia hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria una coppia di truffatori.  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*