Home / Politica / Fusco: “Ritrovate le radici sociali della destra”

Fusco: “Ritrovate le radici sociali della destra”

A Campobasso, martedì 14 marzo, i vertici nazionali del  Movimento Nazionale per la sovranità che ha visto l’adesione del consigliere regionale, Angela Fusco Perrella. Un Movimento che richiama la tradizione della destra politica rimasta orfana dopo l’ammaina bandiera di Alleanza nazionale.

Consigliere Fusco, quale il significato della sua scelta.

“I valori della destra sociale, in cui credo, e per i quali mi impegno ancora oggi, hanno finalmente ritrovato casa con la nascita di questa nuova formazione. Una scelta di cuore. Del resto, la crisi economica, la precarizzazione del lavoro, la riduzione delle tutele sociali, la privatizzazione di interi settori strategici dell’economia italiana, l’abbandono del Sud, frutto di politiche iperliberiste, hanno necessità di trovare risposte da una politica che vive i problemi della sua gente.  Non si può governare senza una visione, senza un progetto politico che parta dalla realtà”.

Le finalità del Movimento.

“Il Movimento  ha il fine di garantire la sovranità nazionale e popolare dell’Italia, nel rispetto dell’identità, delle tradizioni, della dignità spirituale e delle aspirazioni economiche e sociali del popolo italiano. Il Movimento si riconosce nei principi di libertà, democrazia , legalità, giustizia, solidarietà sociale, coesione territoriale e unità della Repubblica, ripudiando qualsiasi forma di violenza e, discriminazione basata sulle differenze di sesso, di razza, di religione e di condizione sociale ed economica. Il Movimento promuove i valori della famiglia fondata sul matrimonio, i diritti e i doveri di cittadinanza italiana, il senso di appartenenza comunitaria, la sussidiarietà e la partecipazione sociale e popolare. Il Movimento crede nel valore del lavoro, dell’impresa e della partecipazione dei lavoratori alla gestione ed agli utili, della cultura e dell’arte, come strumenti di elevazione spirituale, economica e sociale di ogni cittadino”.

Puntate a un centrodestra unito.

“Intendiamo gettare le basi del futuro centrodestra unito con il quale si potrà gareggiare per vincere ai prossimi appuntamenti elettorali. Dobbiamo presentarci con grande serietà per dare una risposta agli italiani. Questa Regione e questo Paese vanno governati sulla base di un programma e chi vuole fare una battaglia per la Sovranità, secondo me, deve stare da questa parte del campo. Noi vogliamo essere una formazione politica che punta a vincere la battaglia per governare l’Italia e non lasciarla in mano ad un Partito Democratico che è “euromane”, o a grillini inconsistenti. Per fare questo dobbiamo unire le forze”.

Ma in che maniera?

“Le forze non vanno unite semplicemente sulla necessità di battere l’avversario, ma sulla base di affermare un programma ed ecco perché parliamo di Sovranismo. E crediamo che questa parola chiave la “Sovranità”, possa essere quella che raduna attorno a se le forze del centrodestra”.

E sull’Europa?

“È il modo in cui l’Unione Europea è stata realizzata che è sbagliato: invece che l’Europa dei popoli è stata realizzata l’Europa dei mercati e delle banche. Noi siamo europeisti, ma la nostra Europa è l’Europa del Lavoro, della Filosofia, della Musica, della Poesia, del Partenone, del Colosseo, delle Cattedrali. Non quella dominata dalle banche”.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Accordo in vista a Roma: si lavora a un baratto sui commissari straordinari alla sanità. Il commissario della Campania ai 5 Stelle, il commissario del Molise alla Lega

La sanità, nel Molise, è il perno intorno al quale ruotano le maggiori questioni politiche …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*