Home / Politica / Fusco Perrella: “Finalmente parte il progetto Osthello”

Fusco Perrella: “Finalmente parte il progetto Osthello”

Nel 2010, l’allora ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, lanciava il progetto Osthello. Un progetto finalizzato ad incentivare e favorire la mobilità giovanile. Ideata per promuovere una forma di turismo alternativo. A firmare la convenzione per il Molise, l’allora assessore regionale, Angela Fusco Perrella. Era previsto un finanziamento complessivo di € 427.678,00 di cui € 299.373,20 a carico del Fondo Nazionale delle Politiche Giovanili ed € 128.304,80 quale quota di  cofinanziamento a carico della Regione Molise e dei soggetti partners. Oggi, è stata anticipata la somma di euro 149.500,00 da che sarà così destinata: Euro 49.315,00 al Comune di Sepino;        Euro 41.000,00 al Comune di San Polo Matese;  Euro 59.185,00 al Comune di Guardiaregia. “Finalmente, si avvia quella fase per la quale abbiamo tanto lavorato – sottolinea il consigliere, Angela Fusco Perrella. Ricordo che si tratta dell’Osthello Molise alla riscoperta di Antichi mestieri; di Osthello Molise laboratorio dei talenti; di Osthello Molise un tuffo nella natura, nella cultura e nelle tradizioni. Non solo fruizione passiva delle strutture ma un’opportunità per i ragazzi di trovare risposte a loro interessi precisi e vocazioni personali, accrescendo le proprie conoscenze attraverso l’incontro, la pratica e la ricerca.  Ostelli come “residenze culturali”, quindi, per favorire l’accesso dei giovani ad un’ampia gamma di servizi che consentono di avvicinarli alle loro passioni, di vivere esperienze di forte impatto, di partecipazione attiva e di libero coinvolgimento. Finalmente – chiude Angela Fusco Perrella – si può ora partire a coronamento del lavoro da noi svolto nel 2010”.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Accordo in vista a Roma: si lavora a un baratto sui commissari straordinari alla sanità. Il commissario della Campania ai 5 Stelle, il commissario del Molise alla Lega

La sanità, nel Molise, è il perno intorno al quale ruotano le maggiori questioni politiche …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*