Home / Campobasso / Furti, ai domiciliari un giovane di Campobasso

Furti, ai domiciliari un giovane di Campobasso

I militari della Stazione Carabinieri  di Campobasso, hanno dato esecuzione all’ ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti di un 21enne del luogo, già noto alle Forze dell’ Ordine, resosi responsabile di una serie di furti all’ interno di uffici pubblici ed esercizi commerciali e conseguente indebiti prelievi e pagamenti con carte bancomat o di credito contenuti nelle borse asportate, commessi in Campobasso tra maggio e  giugno 2017. Il giovane ha utilizzato prevalentemente il medesimo modus operandi : accedeva alle strutture come ad esempio uffici delle Poste, Tribunale civile, Università, oppure ristoranti, centri estetici, confondendosi tra i normali avventori o fingendo di cercare qualche conoscente; s’ intrufolava ove riusciva negli uffici e locali ed approfittando di temporanee assenze di impiegati o commesse prelevava furtivamente borse e borselli da appendiabiti, armadietti, cassetti, alla ricerca di soldi contanti o anche carte di pagamento, con le quali effettuava indebiti prelievi in vari sportelli automatici di poste o banche della città . Le indagini poste in essere a seguito delle varie denunce presentate hanno permesso di ricostruire le attività del giovane ladro e di determinare l’ emissione del provvedimento restrittivo da parte dell’ Autorità Giudiziaria .

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Palazzo San Giorgio, la corsa per le prossime comunali

Fibrillazioni politiche a palazzo San Giorgio in vista del voto del prossimo anno. Intanto, sarà …

Un Commento

  1. Come provvedimento non è granché data la reiterazione dei reati e la quasi impossibilità di controllo da parte delle forze dell’ordine che dovrebbero avere ben altri organici. È essenzialmente questo tipo di buonismo giuridico che fa percepire la mancanza di sicurezza ai cittadini, praticamente si avverte la mancanza della certezza del diritto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*