Home / Politica / Frattura: “Casa di Termoli, ora chiederò di essere ascoltato dal Pm”

Frattura: “Casa di Termoli, ora chiederò di essere ascoltato dal Pm”

“In merito alla cosiddetta “vicenda della casa di Termoli”, oggetto di attacchi mediatici, che mi accusavano di tutto di più, ho affermato più volte che non avrei rilasciato dichiarazioni fin quando non avessi avuto notizie. Oggi la notizia c’è: mi hanno notificato l’avviso della conclusione delle indagini preliminari”.  Lo scrive, il presidente della Giunta regionale, Paolo Frattura. “Le accuse per le quali sono indagato sono tre:  aver cercato di farmi giustizia da me, “impedendo” alle controparti “di fare ingresso nell’appartamento” (“in particolare nel cambiare il cilindretto del cancello di ingresso”), in una controversia privata relativa a una proprietà immobiliare;  aver “invaso arbitrariamente un edificio altrui”, cioè il locale delle persone con cui era in atto la lite;  aver “offeso la reputazione” di quelle stesse persone.  Ora che il procedimento me lo consente, chiederò immediatamente di essere ascoltato dal PM.  Resto rispettoso, come sempre, del diritto all’informazione che la pubblica opinione fa bene a esercitare senza remore, specialmente nei confronti di chi, come me, riveste incarichi istituzionali. Colgo l’occasione, però, per sottolineare che i fatti che mi si addebitano non coinvolgono nemmeno marginalmente l’esercizio del mio ruolo di pubblico amministratore. Alla Magistratura, ovviamente, il compito di accertare se i comportamenti privati del cittadino Paolo di Laura Frattura siano stati o meno conformi alla legge “.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Chiacchiere in Consiglio regionale. Tavolo di lavoro a Roma con imprenditori

I molisani a Roma che aderiscono all’Associazione “Forche Caudine” hanno del Molise una visione molto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*