Home / Politica / “Frana di Fossalto, perchè la Regione non interviene?”

“Frana di Fossalto, perchè la Regione non interviene?”

“Con una nuova interrogazione al Presidente della Giunta regionale ho chiesto l’immediato intervento, stando ai poteri a lui conferiti, per sanare una situazione che è davvero problematica. Sappiamo tutti che la nostra Regione è particolarmente fragile per quanto riguarda i fenomeni di dissesto idrogeologico, tanto che diverse località, come del resto accade, in altri territori italiani, sono classificate ad elevato rischio per alluvioni, frane e valanghe. Una di queste è quella che coinvolge il territorio di Fossalto”. Lo scrive il consigliere regionale, Francesco Totaro. “Qui, le precipitazioni cadute durante l’inverno appena trascorso, e in particolare nelle ultime settimane, hanno causato danni consistenti sia riaccendendo frane storiche sia provocandone di nuove insieme a smottamenti alcuni dei quali di grave entità. Ho sollecitato l’intervento regionale, sottolineando nel contempo il danno arrecato alla regione con la soppressione del Servizio Tecnico Sismico e Geologico avvenuta nello scorso mese di Gennaio. Una Regione, come la nostra, dove la difesa dei territori dal rischio idrogeologico deve essere una priorità e non può abbassarsi la guardia. In particolare, nell’interrogazione ho ribadito come nel Comune di Fossalto, in un territorio a forte vocazione agricola, le frane hanno causato ingenti danni a strutture agricole ed ai raccolti; le vie di comunicazione sono state compromesse con conseguente danno alle poche attività commerciali presenti sul proprio territorio. E di come i cittadini hanno difficoltà negli spostamenti sia per raggiungere i luoghi di lavoro sia per raggiungere i centri limitrofi. In ultimo, ho fatto presente l’articolo 32 della L.R. N.10 del 2000 che recita: “In caso di intervento urgente, al verificarsi di calamità naturali o di incombenti situazioni di pericolo, ove non si tratti di emergenza di particolare rilevanza, il Presidente della Giunta Regionale, o Assessore delegato, in accordo o su richiesta delle amministrazioni locali interessate, con proprio decreto immediatamente eseguibile, dispone, anche in più soluzioni l’erogazione, a carico del Fondo di solidarietà per la Protezione Civile, delle somme necessarie a provvedere alla pronta azione di soccorso nell’ambito delle materie di competenza o delegate”. Per cui stante tale normativa ho chiesto di sapere i motivi per cui ancora non si è intervenuti nello stanziare i fondi necessari al superamento anche parziale delle criticità presenti sul territorio del Comune di Fossalto”.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Renzi, ma quanti fischi

Non l’avesse mai fatto il segretario nazionale del Pd Matteo Renzi di fermare il treno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*