Home / Politica / “Ferrovie, servizio da infima serie”

“Ferrovie, servizio da infima serie”

Egregio direttore,

Oggi, 9 gennaio, avrei dovuto prendere il treno Campobasso – Roma per lavoro. Causa neve, è stato cancellato. Pensando di andare sul sicuro con il servizio sostitutivo tramite autobus, sono rimasto a bocca asciutta perché era strapieno, e con esso, quello giunto dopo. Innervosito da varie mancate risposte da parte degli addetti e dopo aver scarrozzato la mia valigia a piedi nel sottopasso per via di un ascensore non funzionante da circa un mese, sono tornato a casa.

Il prossimo convegno di aggiornamento della mia professione si terrà a marzo, ed i crediti che avrei dovuto acquistare con quello di oggi dovrò recuperarli tramite un corso di quattro ore. Vicino ad uno dei due autobus c’era un giovane lavoratore che ha dovuto rimandare la partenza dall’8 al 9 gennaio causa cancellazione servizio treno e servizio sostitutivo ipercongestionato. A differenza del sottoscritto, dopo Roma doveva prendere un Freccia Rossa per Milano.

È ormai evidente che il nostro assessore Nagni non ha l’esatta percezione di ciò che sta accadendo nel sistema trasporti nostrano, né tanto meno desidera cambiarlo. Questo lo dico senza dare alcun colore politico alle mie esternazioni: i particolarismi lasciamoli agli stupidi. Lo dico con la rabbia di chi, avendo vissuto in prima lo sfascio determinato dalle precedenti giunte, ha sperato in un deciso cambio di passo. Ed invece eccomi qui a discuterne sulle pagine di un quotidiano. Sperare che cambi la persona perché cambino le cose non serve più a nulla, si è atteso davvero troppo. Rimane l’auspicio di una macro-regione, dato che abbiamo dimostrato ampiamente di non meritarci l’autonomia.

Con estremo rammarico, la saluto cordialmente

Donato Paolone

 

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Romagnuolo: “San Stefar, assurda situazione”

“Chiedo che si faccia immediatamente piena luce su una vicenda che, secondo il mio punto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*