Home / Politica / Ferrovie, Minuetto o Swing le note stonate per i molisani

Ferrovie, Minuetto o Swing le note stonate per i molisani

di Giuseppe Saluppo

Da qualche anno a questa parte, Trenitalia con una mossa di marketing, ha identificato i nuovi rotabili in servizio con nomi di generi musicali.

Sulle nostre linee sono così comparsi in breve tempo “Minuetto” per gli ALe/ALn 501 e, ora, “Swing” per gli ATR 220. Musica nuova sulle linee molisane, si sperava. Al posto delle consuete caffettiere arrugginite a gasolio, prima il Minuetto e, oggi, lo Swing appena spacchettato, lucido, all’interno del quale regna un gradevole odore di vernice fresca e silicone, tipico delle cose nuove, insolito per le narici dei pendolari molisani. Ma non è cambiata la musica.

Minuetto e Swing non riescono a muovere note nemmeno quando il trenino nuovo fiammante inizia ad avventurarsi sulla scalcinata linea regionale. Forse un trenino così bellino meritava una linea un po’ meglio, non lo so, forse non se la sente di percorrere quel tragitto, sta di fatto che ci sono stati problemi prima con il Minuetto e ora con lo Swing. E, così, è tornato lo sferragliante trenino arrugginito a riprendere il suo posto. La Regione Valle d’Aosta, invece, ha preteso l’acquisto di un treno bimodale. Che, guarda caso, non ha un nome musicale. Ma lascia trasparire amore: si chiama “Flirt”. E’ in condizione di viaggiare a diesel nella parte di rete da Aosta a Torino dove non c’è elettrificazione e usare il motore elettrico in quella parte elettrificata. Perché a noi hanno rifilato l’ennesima nota stonata? Non era il caso di chiedere quel treno bimodale per viaggiare a diesel da Campobasso a Roccaravindola per, poi, alzare il pantografo e correre in maniera elettrica? Questa sì che sarebbe stata musica per i pendolari molisani. Altro che quella per incantare i viaggiatori!

 

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

“Hi Tech Business, otto milioni di investimento”

Quarantasette domande pervenute, per quasi otto milioni di investimento, diciassette quelle già ammesse a finanziamento …

2 commenti

  1. Ma i nostri amministratori sono al corrente dell’esistenza di questi treni bimodali?. Beh, adesso lo sappiamo e pretendiamo anche noi che i prossimi treni da impiegare sulla linea Campobasso-Roma siano di questo tipo. In verità credo che siano le modalità costruttive (più che essere bimodale) a rendere quel treno più efficiente che lo Swing. La priorità è ammodernare la linea con rettifiche di tracciato, eliminando l’inutile passaggio per Bosco Redole in primis. Per quanto attiene all’immediato occorre fare pressione sul Governo centrale affichè obblighi Trenitalia ad un servizio decente. Basta un pò di volontà ed organizzazione efficiente, semplicemente come quella che viene usata in altre regioni.
    Le vecchie automotrici hanno viaggiato per tanti anni ed hanno reso un buon servizio per il tipo di precorso che dovevano compiere. Il Minuetto, dalla sua entrata in funzione, non sembra essere stato all’altezza di quelle prestazioni. Per non parlare di una serie di altri difetti. Per lo Swing occorre ancora vedere. In attesa dei nuovi treni, con la speranza che possano essere bimodali, sarebbe opportuno tenere efficienti le vecche automotrici con un serio servizio di manutenzione, da ricondurre a Campobasso.

  2. Chissà forse pensavano che il Flirt fosse un amore di breve durata…..la musica invece è una disgrazia infinita e senza amore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*