Home / Cronaca / Estorsione, droga e furto aggravato: Carabinieri in azione in tutta la provincia di Isernia

Estorsione, droga e furto aggravato: Carabinieri in azione in tutta la provincia di Isernia

Continuano i serrati controlli in atto su  tutto il territorio della provincia di Isernia da parte dei Carabinieri. Nelle ultime ore, al fine di contrastare ogni forma di criminalità e di illegalità, pattuglie dei Nuclei Operativo e Radiomobile e delle Stazioni territorialmente competenti, affiancate da personale del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Isernia, hanno eseguito controlli e istituiti posti di blocco nei punti nevralgici della provincia, nel corso dei quali sono stati eseguiti accertamenti su centotrenta veicoli in transito. Nell’operazione sono state identificate centocinquanta persone tra conducenti e passeggeri, e nei casi sospetti si è proceduto ad effettuare perquisizioni per la ricerca di armi, droga e refurtiva. Riscontrate violazioni alle norme del Codice della Strada ed eseguiti alcoltest per accertare una eventuale guida in stato di ebrezza. Inoltre controlli sono stati disposti nei confronti di venticinque pregiudicati, attualmente sottoposti a misure cautelari o di prevenzione. I Carabinieri della Stazione di Macchiagodena, hanno arrestato un 40enne, ritenuto responsabile di una estorsione ai danni di un commerciante della provincia di Campobasso, commessa alcuni anni fa. Per tale motivo la competente Autorità Giudiziaria ha emesso un ordine di cattura in virtù del quale il pregiudicato è stato trasferito in carcere con l’accusa di estorsione aggravata. I militari del Nucleo operativo e Radiomobile della Compagnia di Isernia, hanno invece fermato un 25enne, sorpreso nel centro cittadino in possesso di un involucro contenente “marijuana”. La droga è stata sottoposta a sequestro mentre il giovane dovrà rispondere di detenzione illegale di sostanze stupefacenti. Ulteriori indagini sono in corso per accertare se le dosi erano per uso personale o se destinate all’attività di spaccio nel capoluogo pentro. Infine i militari della Stazione di Frosolone, hanno fermato una donna, una 35enne di origine rumena, con a carico numerosi precedenti per furto aggravato, sorpresa mentre si aggirava nei pressi di alcune abitazioni isolate. Non avendo saputo fornire valide motivazioni circa la sua presenza in quei luoghi, è scattata nei suoi confronti la procedura per l’applicazione della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno.

Di Virginia Romano

Potrebbe Interessarti

Coma etilico per un 14enne: si può?

Egregio direttore, Ci risiamo: l’ennesimo minorenne sotto coma etilico nel capoluogo. Sicuramente le sarà noto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*