Home / Campobasso / Emergenza sfratti: “Istituzioni e Regione dove sono?”, Dura critica dell’Usb Molise

Emergenza sfratti: “Istituzioni e Regione dove sono?”, Dura critica dell’Usb Molise

Nelle prossimi settimane sono stati segnalati, all’As.I.A/Usb, decine di sfratti esecutivi da parte dell’Istituto Autonomo Case Popolari di Campobasso.  Una vera e propria emergenza. L’As.I.A (Associazione Inquilini e Abitanti) aderente all’USB (Unione Sindacale di Base), denuncia l’intollerabile silenzio della regione e delle istituzioni, colpevolmente inadempienti ed inerti rispetto al dramma di intere famiglie di Campobasso e provincia costrette a subire, senza colpa, per la gravissima situazione economica in cui versano, la perdita del diritto alla casa.

“E’ particolarmente deplorevole il comportamento della Regione che non solo a tutt’oggi non ha riaperto il bando per accedere al fondo per la morosità incolpevole, ma è restata sorda alle richieste da più parti sollevate di un incontro per mettere fine a questa drammatica situazione.
Non è più possibile delegare alle istituzioni caritatevoli la gestione della terribile situazione dell’emergenza abitativa della nostra provincia e dell’intera regione, oramai al collasso sul piano delle garanzie sociali e civili.
E’ indifferibile pertanto che la Regione adotti tutte le misure di carattere giuridico e amministrativo per alleviare, in materia di sfratti Iacp lo stato di terribile sofferenza delle fasce più deboli della popolazioni al fine di tutelare la loro dignità e l’insopprimibile e fondamentale diritto alla casa. La morosità nelle case popolari è in aumento? Certo che lo è, come era prevedibile e com’era stato denunciato sin dai tempi del varo dell’ultima legge regionale, che aveva comportato un aumento generalizzato dei canoni.
E ora la situazione è ulteriormente peggiorata. Insomma, c’è la crisi che colpisce sempre più duro e non si trova di meglio che aumentare i canoni d’affitto nell’edilizia sociale, con l’unico e scontato risultato di far schizzare alle stelle il tasso di morosità. La situazione è molto più scomoda in quanto ci sembra riduttivo e semplicistico addossare la colpa della situazione agli abusivi o ai furbetti che non pagano il canone.
A tal proposito l’As.I.A/Usb ha inviato una nota al Prefetto di Campobasso, Dott.ssa Maria Guia Federico, affinché si possa arrivare in tempi celeri ad un incontro fra tutte le istituzioni preposte al fine di evitare gli sfratti pervisti nelle prossime settimane e avviare reali politiche sociali a sostegno delle famiglie colpite dalla crisi sociale e economica”.

Sergio Calce
Segretario Regionale USB- Molise

 

Di Virginia Romano

Potrebbe Interessarti

Caro ministro Franceschini, il centro storico di Campobasso è nel degrado

Una lettera al ministro, Dario Franceschini, è stata scritta dall’Associazione Centro Storico di Campobasso sulla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*