Home / Territorio / Difficoltà nei trasporti, la Sata sposta la produzione e licenzia 25 operai

Difficoltà nei trasporti, la Sata sposta la produzione e licenzia 25 operai

Nulla di fatto per i 25 operai della Sata di Pozzilli. Partite le lettere di licenziamento. L’esito negativo è stato sottoscritto presso la sede regionale del servizio Politiche per l’occupazione da Dario Paglia per la Sata Spa di Pozzilli nonché da Giuseppe Tarantino e Gianpiero Di Benedetto della Fiom Cgil, da Cesare Iallonardi e Giuseppe Giannini della Fim Cisl e dalla Rsu (Gianluca Antenucci, Leopoldo Di Filippo e Roberto Piantadosi). Il tutto alla presenza dell’assessore regionale al Lavoro, Luigi Mazzuto, e del consigliere regionale presidente della I commissione permanente, Andrea Di Lucente.  La Regione ha fatto sapere di non poter garantire ulteriori fondi per gli ammortizzatori sociali nè, nei fatti, ha offerto “aiuti” all’azienda che pure vuole continuare ad investire a Pozzilli. La Sata Spa fa parte dell’indotto Fiat e, secondo i sindacati, si potevano escogitare strategie per rendere conveniente all’azienda mantenere a Pozzilli le nuove commesse che, invece, andranno negli stabilimenti del Gruppo al Nord. Ora incerto appare anche il futuro dei 42 lavoratori rimasti in azienda.  L’azienda lamenta la difficoltà nel far fronte agli ulteriori costi di trasporto che avrebbe dovuto sopportare se avesse deciso di produrre a Pozzilli ciò che chiedono committenti del Nord.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

“Campobasso, addio alla città giardino”

“Molte polemiche ha destato in questi giorni l’abbattimento di 3 pini secolari in piazza Falcone …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*