Home / Politica / Debito Trenitalia, il governo ci da i soldi ma sono quelli nostri

Debito Trenitalia, il governo ci da i soldi ma sono quelli nostri

Nel giorno in cui il Consiglio regionale ha preso atto dell’Accordo tra la Regione Molise e Trenitalia, favorito dalla concessione da parte del Governo nazionale di un “contributo straordinario di 90 milioni di euro” a copertura dei debiti del servizio trasporto pubblico regionale”, senza accertarsi se si tratta davvero di un contributo straordinario  e non di un prelievo coatto dai Fondi europei per lo sviluppo e la coesione 2014/2020, i componenti il Comitato promotore di “Sinistra italiana Molise” Gigino D’Angelo, Sara Ferri e Angelo Minotti, hanno diramato questo comunicato: “Il Governo ha scaricato i debiti pregressi di Trenitalia sul Fondo Sviluppo e Coesione del Molise con un blitz non discusso a nessun livello.  È noto che il nostro sistema ferroviario offre uno dei peggiori servizi a livello nazionale con treni antiquati e linee ottocentesche. I ritardi ed i disservizi sono all’ordine del giorno come sanno benissimo i pendolari molisani, ma anziché far arrivare in Molise i finanziamenti per modernizzare il sistema ed i treni, il Governo si riprende a piè di lista tutti i debiti senza avvertire alcun pudore. Ora bisognerà tagliare 90 milioni sul Patto per lo Sviluppo e in nessuna sede ci si sta confrontando su questi temi. Questo atteggiamento è irresponsabile e non più tollerabile. I diritti costituzionali vanno garantiti anche al Sud e ai viaggiatori molisani. Le istituzioni si facciano rispettare e si apra un confronto su questa problematica”. La verità ha una salutare virtù. Non è strabica. Come in questo caso. Ma avremo mai la versione esatta dei fatti e delle circostanze?

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Toma: “Banda larga entro il 2020”

«Troppo importante per lo sviluppo delle imprese e per combattere l’isolamento delle aree interne. Vogliamo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*