Home / Isernia / D’Apollonio: “Stiamo monitorando tutte le scuole di Isernia. E’ la priorità”

D’Apollonio: “Stiamo monitorando tutte le scuole di Isernia. E’ la priorità”

L’ingegnere Carlo Callari, professore associato di Scienza delle Costruzioni presso l’università degli studi del Molise, è stato a Isernia e ha effettuato, insieme al sindaco Giacomo d’Apollonio, all’assessore Sonia De Toma e ai tecnici comunali, un preliminare sopralluogo nelle due scuole medie della città: l’Andrea d’Isernia e la Giovanni XXIII.

Come si ricorderà, già nell’imminenza dell’inizio dell’anno scolastico 2016/2017 e nei mesi successivi, d’Apollonio rese nota la volontà di contattare l’Unimol per programmare, con la consulenza di docenti dell’ateneo molisano, le opportune analisi tecniche sugli edifici scolastici cittadini, allo scopo di verificarne il grado di resistenza strutturale e valutare la possibilità di adeguare i plessi all’attuale normativa antisismica.

«Ieri ho incontrato l’ingegner Callari – ha dichiarato il sindaco –. Dapprima ci siamo recati all’Area Tecnica comunale, dove il professore ha esaminato i carteggi relativi agli elaborati progettuali delle due scuole medie. Poi siamo andati a visionare entrambi gli stabili e ho mostrato a Callari gli interventi fino ad oggi realizzati, fra cui quelli di consolidamento delle tamponature, sui quali ha concordato. È stato solo un momento iniziale, a cui seguiranno le successive verifiche da parte d’una equipe, con sopralluoghi da effettuare anche negli altri istituti di proprietà del Comune. La nostra Area Tecnica – ha continuato d’Apollonio – sta monitorando gli stabili destinati a sede scolastica, e l’ingegnere Callari presterà la sua alta consulenza scientifica, dando suggerimenti soprattutto in relazione alla possibilità e alle modalità di esecuzione di opere che consentano l’adeguamento di tali fabbricati alla più recente normativa antisismica. Quello della sicurezza delle scuole – ha concluso il sindaco – è un obiettivo al quale intendo tener fede con impegno costante e responsabilità assoluta».

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Molise, un’economia ancora ferma

Un’economia, quella molisana, che, proprio, non riesce a riprendere quota, a respirare quel tanto di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*