Home / Politica / Dal Patto del marciapiede all’anatema del caffè letterario

Dal Patto del marciapiede all’anatema del caffè letterario

di Giuseppe Saluppo

Sul marciapiede dinanzi la prefettura di Campobasso, il senatore Roberto Ruta e il presidente della Giunta regionale, Paolo Frattura, nell’ottobre 2016 si presentarono insieme per una serie di punti elencati che avrebbero dovuto rilanciare l’attività politica e programmatica dell’esecutivo regionale. Poi, lo schianto sul punto relativo alla sanità fino ad un presunto equilibrio ritrovato ad aprile 2016 nella sede del Pd a Campobasso. A distanza di un anno, però, l’equilibrio si è nuovamente rotto. Il senatore Ruta e l’onorevole Leva, così, sono passati dal marciapiede al piano superiore del caffè letterario di via Gazzani. A disquisire di sanità pubblica e lanciare l’anatema nei confronti del presidente Frattura. Non entro nel merito della contesa tutta politica e di posizionamento delle parti. Mi appassiona, di contro, la necessità che la sanità molisana possa essere ricostruita avendo al centro il cittadino. Il quale, dinanzi la malattia, ha la necessità di potere e di dovere trovare la giusta risposta. La sua debolezza, dinanzi alla malattia, non può essere aggravata dall’assenza di risposte e di strutture inadeguate o insufficienti. Non è questione di primariati da giocarsi, di dirigenze da dividersi, di consulenze da assegnare. Va definito un modello, racchiusa un’idea, impostata un’azione. I cittadini molisani esigono di potere entrare in un sistema dal quale uscire curati, per quanto possibile. Le alchimie, i sotterfugi, le contrapposizioni, non curano ma finiscono con l’aggravare la malattia. Ci sono delle luci che non vanno spente ma rafforzate e ci sono criticità che vanno corrette al più presto. Ci sono territori che reclamano presenze e presidi sanitari e strutture che vanno rese di qualità. Perchè, è la frase è di San Giovanni Bosco: “Si faccia economia in tutto, ma si faccia in modo che con gli ammalati nulla manchi.”

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Romagnuolo: “San Stefar, assurda situazione”

“Chiedo che si faccia immediatamente piena luce su una vicenda che, secondo il mio punto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*