Home / Politica / CUORE APERTO COI LETTORI – Se la politica diventa un ammasso

CUORE APERTO COI LETTORI – Se la politica diventa un ammasso

Riceviamo

Caro Dardo,

ormai non c’e’ piu’ l’illusione giovanile che mi portava a restare, c’e’ solo una distorsione sentimentale. a leggere le tue righe si impaglia una sedia con le solite festine di foglie di granturco che vale quel che vale, cioe’ nulla per uno sviluppo di questa regione. Sono i soliti responsabili DELLA NOSTRA CANNE, BATTAGLIA PERDUTA. I giovani devono farsi valigia intellettuale e senza dare un aiuto perché sono estraniati da cariatidi afunzionali. Se non sbaglio Di Domenico non era responsabile della cittadella dell’economia? e gli altri? Ancora sto seguendo i lavori per la costruenda e quanto di piu’ inutile della metro leggera. E’ il caposaldo dello sperpero.26 milioni di euro -50 miliardi – potevano essere usati per altri scopi ben piu’ necessari. Non serve a nulla e fa solo sorridere….amaro…se questi fanno quello il futuro e’…..roseonero….

Ciao A.A .

——–

Caro Aldo, nonostante la dichiarata inutilità, continuerò ad impagliare sedie, non fosse altro per non cedere definitivamente allo sconforto né per darla vinta all’onda sopraffattrice del qualunquismo che sta rendendo acefalo e succubo il popolo. Un’idea non espressa è un’idea che non esiste. Renderla, sapendola che ha lambito qualcuno, anche un solo soggetto, vale un successo. E l’idea che non voglio cedere  e credo, conoscendoti, non vuoi cedere anche tu, è quella di mantenere vivo il dibattito alimentandolo, anche polemicamente, di proposte e di suggerimenti, di critiche, e di elogi se capita. Mantenere vivo il dibattito per dare ai giovani l’occasione di intervenire, di farsi avanti, di chiedere, di pretendere, di ottenere la fetta di speranza per un domani meno opaco, grigio, e compromesso cui oggi gli  tocca per eccessiva remissione. Citi la cittadella dell’economia, e lo fai a proposito. Doveva essere un volano per la crescita economica della città e del Molise e generatore di lavoro e posti di lavoro. Ha fallito per insipienza amministrativa, dilettantismo e approssimazione professionale. Un’occasione perduta, peraltro tra l’indifferenza generale, compresa quella degli organi di controllo amministrativi, contabili e, perché no, penali. Tocca assistere a queste cadute ma mai con la rassegnata certezza che non ci sia appiglio per rialzarsi. Citi, e ancora a proposito, la Metropolitana leggera che dovrebbe collegare Matrice a Boiano, passando per Campobasso, in funzione di una pendolarità che non trova ragione né dati statistici che la possano giustificare. E’ solo un affare  che la politica e taluni politicanti hanno avocato a sé stessi in barba a tutte le valutazioni di merito che sarebbero state necessarie e non sono state. Tant’è che nessuno ha chiesto che se ne parli e che se ne discuta, seppure a lavori iniziati. Nella politica resa poltiglia, ammasso, impasto di interessi particolari e personali, le opposizioni spesso hanno gli stessi interessi delle maggioranze. Nel Molise ormai è una è dannosa quotidianità. Ma continuando ad impagliare sedie può accadere che qualcosa capiti e cambi il vento. Io ci spero. Speraci anche tu, e continua a farti sentire. 

Dardo

Di admin

Potrebbe Interessarti

Liste d’attesa, il calvario

157 giorni per una Tac al Cardarelli, 365 per un ECOCOLOR DOPPLERGRAFIA CARDIACA al Veneziale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*