Home / Politica / Corte d’Appello salva e copertura dei vuoti in organico nei tribunali molisani

Corte d’Appello salva e copertura dei vuoti in organico nei tribunali molisani

“Nella seduta del plenum , il Consiglio Superiore della Magistratura, ha disposto la copertura di tutti i posti scoperti degli uffici giudiziari del Molise, che è dunque tra i pochi Distretti in Italia ad operare a pieno organico”. Lo scrive il presidente dell’Associazione magistrati del Molise, Vincenzo Di Giacomo, che da tempo si sta battendo per la piena valorizzazione degli uffici molisani e per il mantenimento della Corte d’Appello del Molise e, con essa, la soppressione degli stessi Tribunali di Isernia e Larino, secondo i criteri contenuti nella proposta della Commissione Vietti), una soppressione che con un effetto domino avrebbe travolto anche altri Uffici, giudiziari e non giudiziari, dando così un colpo durissimo al tessuto ed alle condizioni socio-economiche di questa regione, già tanto provata da questi lunghi anni di crisi. “Questa battaglia- sottolinea Di Giacomo – grazie all’impegno del Comitato e dell’ANM/Molise, oltre che di chi ha analogamente operato pure in altri Distretti, è stata vinta, nel senso che quel nefasto disegno non è più andato in porto (anche se non bisogna abbassare la guardia, nella malaugurata ipotesi in cui esso venisse ripreso in futuro)”.  In merito alla copertura dei vuoti di organico, in particolare, sono stati assegnati:

  • 2 MOT (Magistrati Ordinari in Tirocinio) al Tribunale di Campobasso a copertura dei n. 2 posti vacanti di Giudice (ossia a copertura dei posti vacanti dei Dott.ri Russo e Calabria), laddove i posti vacanti di Presidente (Dott. Abbate) e Presidente di Sezione (ossia il posto che io stesso ho lasciato) sono stati già messi a concorso, così da assicurarsi il pieno organico a detto Ufficio (a parte l’applicazione extradistrettuale della Dott.ssa Rinaldi, che comunque resta in pianta organica presso il medesimo Tribunale);
  • 1 MOT alla Procura della Repubblica di Campobasso, che risulta a pieno organico;
  • 1 MOT al Tribunale dei Minorenni di Campobasso, a copertura del posto vacante di Giudice (ossia a copertura del posto vacante del Dott. Fraticelli) laddove il posto vacante di Presidente (Dott.ssa Esposito) è stato già messo a concorso, così da assicurarsi il pieno organico anche a detto Ufficio;
  • 1 MOT al Tribunale di Isernia, a copertura del posto vacante di Giudice (ossia a copertura del posto vacante del Dott. Ruscito), laddove per l’altro posto vacante (del Dott. Pietricola), già messo a concorso a seguito della dichiarazione di sede disagiata di detto Tribunale da parte del Ministero della Giustizia, il C.S.M. ha già designato il Giudice (Dott. Nardelli) che andrà a coprirlo, così da assicurarsi il pieno organico anche a detto Ufficio.

Il Tribunale e la Procura della Repubblica di Larino, così come il Tribunale di Sorveglianza di Campobasso, invece, sono già a pieno organico.  La scelta dei predetti MOT avverrà il 6 febbraio. Subito dopo il C.S.M. emanerà il Bollettone per la copertura degli Uffici giudiziari di secondo grado, e siamo fiduciosi che vi saranno inseriti anche i due posti vacanti di Consigliere della Corte di Appello di Campobasso. I predetti MOT, dovendo svolgere la fase del tirocinio, prenderanno comunque possesso effettivo dei posti vacanti nei suddetti Uffici nel mese di settembre 2017.  Un particolare ringraziamento, dunque, va al C.S.M. per la sensibilità ancora una volta dimostrata nei confronti del nostro sia pur piccolo Distretto. Colgo l’occasione per ricordare che questo importantissimo risultato si accompagna ad altri due non meno importanti risultati ottenuti anche grazie all’impegno dell’ANM/Molise. In primo luogo, la valorizzazione anche da parte del C.S.M. (che ringraziamo anche per questo) del principio della territorialità nel conferimento degli incarichi direttivi e semidirettivi, nella consapevolezza che il Magistrato che risiede sul posto conosce il territorio ed assicura la diuturna presenza in Ufficio meglio di chi non vi risiede. Per cui, in questi ultimi mesi è stato ottenuto un risultato storico: mentre fino a pochi mesi fa non vi era un solo Presidente di Tribunale o Procuratore della Repubblica del posto, allo stato sono stati assegnati numerosi posti direttivi e semidirettivi a valorosi Colleghi molisani o naturalizzati in Molise (senza con ciò nulla togliere al valore di altri Colleghi che qui ricoprono tuttora altri incarichi direttivi e che provengono da fuori Regione), quali i posti di Presidente della Corte di Appello (Dott.ssa Iesulauro), di Presidente di Sezione della Corte di Appello (Dott. Pupilella), di Presidente del Tribunale di Isernia (io stesso), di Presidente del Tribunale di Larino (Dott. Russo), di Procuratore della Repubblica presso il Tribunale dei Minori (Dott. Di Ruzza), laddove anche per il posto di Presidente del Tribunale dei Minori è stato proposto dalla competente Commissione del C.S.M. un Collega del posto.

 

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

IL MOLISE CHE NON CAMBIA

Questo giornale non ha smesso mai di tenere accesa la specola sulla inattività istituzionale della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*