Home / Politica / “Cooperazione transfrontaliera, Molise in 4 progetti”

“Cooperazione transfrontaliera, Molise in 4 progetti”

Cooperazione transfrontaliera Italia-Croazia, il Molise protagonista in quattro dei 22 progetti che hanno superato positivamente le fasi di valutazione del bando per la presentazione dei progetti “Standard+”. Zero Waste Blue, Innocultour, Moses e Readiness, le proposte progettuali che coinvolgono la Regione nell’ambito dell’importante Programma comunitario che ha l’obiettivo di accrescere la prosperità dell’aree interessate e sostenere le prospettive di “crescita blu”, stimolando i partenariati transfrontalieri a produrre cambiamenti tangibili.  “La collaborazione con i Paesi europei è fondamentale per affrontare con successo sfide dirimenti per la crescita e lo sviluppoo dei nostri territori: così andiamo avanti con un ruolo chiave nelle interessanti attività avviate nell’ambito della Cooperazione transfrontaliera – dichiara il presidente Paolo di Laura Frattura –. Approvati tutti i quattro progetti nei quali siamo coinvolti come Regione, in uno, giusto evidenziarlo, come lead partner. Siamo soddisfatti per il lavoro svolto e per le opportunità che con la Cooperazione il nostro Molise può cogliere” .  Il  Molise è lead partner del progetto Readiness, capitalizzazione del progetto Holistic. Il progetto ha come obiettivo finale attività per  la sicurezza del bacino adriatico croato e italiano dai disastri naturali e artificiali, migliorando   la capacità globale degli ecosistemi e delle comunità di resistere, di assorbire, di accogliere  e recuperare il territorio  dagli effetti degli incendi forestali e dei pericoli del terremoto.  Il progetto Zero Waste Blue individua le strategie per la riduzione dell’impatto ambientale, la promozione e la sostenibilità di eventi sportivi (maratone, mezze maratone, gare di vela) che si svolgono in aree marine.

Il progetto Innocultour, invece, mira a capitalizzare e dunque valorizzare i risultati ottenuti dal progetto Museum Cultour e Adrisotrical Lands finanziati dal programma IPA Adriatico CBC, incentrati sulle nuove forme di integrazione tra patrimonio culturale, offerta turistica e industrie creative/naturali. Il progetto punta a rafforzare uno sviluppo territoriale più equilibrato, utilizzando siti meno conosciuti di patrimonio culturale come leva. La Regione Molise lavorerà per promuovere alcuni itinerari/cammini sul piano nazionale e internazionale.

Il progetto Moses capitalizza e valorizza i risultati del progetto Ea Sea Way. Nello specifico ha come obiettivo migliorare l’accessibilità e la mobilità dei passeggeri tra l’area adriatica e il suo hinterland attraverso lo sviluppo di nuovi servizi di trasporto transfrontalieri, sostenibili e integrati e lo sviluppo di apposite infrastrutture fisiche.

 

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Patriciello: “I giovani, ossatura dell’Europa”

“Il futuro dell’Europa è proprio qui, oggi, in questa sala, quel futuro ha il vostro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*