Home / Cronaca / Controlli a tappeto dei Carabinieri in tutta la provincia di Isernia. Cinque persone individuate per vari tipi di reati

Controlli a tappeto dei Carabinieri in tutta la provincia di Isernia. Cinque persone individuate per vari tipi di reati

Detenzione illegale di stupefacenti, immigrazione clandestina, utilizzo di documenti falsi, sfruttamento del lavoro nero, commercio abusivo e violazioni in materia di sicurezza stradale. Sono questi i reati di cui dovranno rispondere cinque persone pizzicate dai carabinieri che hanno predisposto serrati controlli in tutta la provincia di Isernia.  Schierate capillarmente sul territorio le pattuglie delle Stazioni e dai Nuclei Operativi e Radiomobile dipendenti dalle Compagnie di Isernia, Venafro ed Agnone, alle quali si sono aggiunte auto civette con personale in borghese del Nucleo Investigativo provinciale. A Frosolone, i Carabinieri un uomo  di 30 anni originario del posto  è stato trovato in possesso di un involucro contenente dosi di hashish. La droga è stata sottoposta a sequestro.  Sono in corso ulteriori indagini per accertare se le dosi rinvenute erano per uso personale o se destinate all’attività di spaccio.
A Montaquila invece , i militari hanno denunciato un 28enne di origine nigeriana perché resosi responsabile di immigrazione clandestina. L’uomo non aveva rispettato un precedente provvedimento di espulsione dal territorio nazionale, emesso nei suoi confronti dalle competenti Autorità di Pubblica Sicurezza. A Sesto Campano, un 32enne del luogo, è stato sorpreso dai Carabinieri alla guida della propria auto, in possesso di documenti assicurativi falsi. Sia la documentazione che il veicolo sono stati sottoposti a sequestro. Intanto le indagini dei Carabinieri sulla vicenda non sono concluse, dal momento che è sempre più frequente la scoperta di false assicurazioni in possesso dei proprietari di veicoli, i quali verosimilmente pagando cifre irrisorie si procurano documenti assicurativi contraffatti con la speranza di eludere i controlli delle forze dell’ordine. L’uomo dovrà rispondere di utilizzo di falsi documenti assicurativi.
A Carpinone, gli uomini dell’Arma, hanno invece sorpreso il proprietario di un locale pubblico, 50enne del luogo, che impiegava alle proprie dipendenze operai senza essere stati mai regolarmente assunti. Dovrà pertanto rispondere di sfruttamento di lavoratori a nero.
Ad Agnone, i militari hanno sorpreso un pregiudicato 45enne, di origine serba, proveniente dall’hinterland napoletano, mentre  tentava di vendere ad alcune persone del luogo numerosi coltelli di genere vietato per un valore economico complessivo di circa cinquecento euro. I coltelli sono stati sequestrati mentre il pregiudicato dovrà rispondere di attività di commercio abusiva.
Infine numerosi i controlli anche in materia di sicurezza stradale, posti di blocco infatti sono stati istituiti lungo le arterie principali che attraversano la provincia di Isernia, in particolare quelle di collegamento con le province di Caserta, Campobasso e Frosinone, nel corso dei quali ottanta sono stati i veicoli controllati, centodieci le persone identificate tra passeggeri e conducenti, dodici le violazioni riscontrate alle norme del codice della strada.

Di Virginia Romano

Potrebbe Interessarti

Legambiente: “Parco Matese, riscatto per tutta l’area”

Passi in avanti per il Parco del Matese. A sottolinearlo è Legambiente che riporta le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*