Home / Territorio / “Consorzi di bonifica, bisogna fare presto”

“Consorzi di bonifica, bisogna fare presto”

Nell’ultima seduta del consiglio regionale, è stata approvata una mozione sulla questione Consorzi di bonica che  impegna il Presidente Frattura a sollecitare il varo, al più presto, della nuova legge regionale in un’ottica di sviluppo dei servizi e delle competenze dei Consorzi e che, tra le altre cose, preveda anche il finanziamento alle attività o alla capacità di sostenere mutui autorizzati finalizzati al risanamento, con oneri per capitale ed interessi a carico della stessa regione, nonché all’attribuzione di opere pubbliche riguardanti la sistemazione dei 350 chilometri di strade o di opere riguardanti il dissesto idrogeologico, oppure il completamento di opere incompiute.

“Alla luce di questo –  il Movimento Agricolo Molisano – chiede al Presidente Frattura e, in particolare, all’assessore Facciolla, competente per materia, perché non abbiano ancora presentato ufficialmente emendamenti correttivi alla proposta di legge n. 177 del giorno 8 febbraio 2017, così da ottemperare agli indirizzi contenuti nella mozione ricordata sopra, continuando invece a presentare in aula all’approvazione del Consiglio Regionale il testo originario della proposta di legge, censurato dallo stesso Consiglio? Del resto, ripetute sollecitazioni a modificare la proposta di legge per il riordino dei Consorzi di bonifica sono pervenute in questi mesi alla Giunta Regionale da ex amministratori del Consorzi, come il dott Nola, e poi da tanti consorziati anonimi, non solo quindi dal MAM, le cui grida di allarme non sono quindi state isolate e fuori dal coro, bensì una interpretazione corretta di un sentimento comune del mondo agricolo regionale”.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

La trasparenza bancaria e la valutazione dell’impatto ambientale al centro di importanti appuntamenti il 13 aprile all’università del Molise

  In successione, due distinti appuntamenti sugli aspetti più controversi del sistema bancario, e sulla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*