Home / Politica / “Il Conservatorio ‘Perosi’ non si tocca”

“Il Conservatorio ‘Perosi’ non si tocca”

Il rischio paventato dal segretario della Uil Ricerca Università Afam del Molise, Andrea Cutillo, in merito all’accorpamento del Conservatorio ‘Perosi’ di Campobasso con altri Istituti di altre regione, si è tramutato in realtà. Infatti, in Commissione Bilancio del senato, è stato presentato un apposito emendamento che prevede la nascita dei Politecnici delle Arti nelle regioni con l’aggregazione dei rispettivi istituti. Qualora l’emendamento dovesse essere approvato, secondo gli esponenti della Uil Ricerca, rappresenterebbe un rischio per il Conservatorio molisano in quanto potrebbe nascere un nuovo Politecnico delle Arti dove il “Perosi” sia accorpato ad altre istituzioni di altre regioni: “infatti – dichiara Cutillo – considerato che il Conservatorio è l’unica istituzione dell’AFAM presente in Molise, si chiede che l’investimento culturale di questi anni possa essere salvaguardato con l’incremento dell’offerta formativa, e che di conseguenza sia evitato l’accorpamento con altre istituzioni dell’AFAM di regioni viciniore, in modo da prevedere la trasformazione del solo Conservatorio “Perosi” in Politecnico delle Arti, al fine di garantire l’autonomia ed il ruolo che svolge sul territorio”. Per questo, la Uil Ricerca, ha scritto ai parlamentari molisani perché si impegnino a contrastare un provvedimento che, qualora approvato, andrà a distruggere il Conservatorio ‘Perosi’ oggi punto di riferimento per l’alta cultura musicale e non solo in Molise visti i tanti studenti che si portano da altre regioni italiane considerata la valenza scientifica dell’Istituzione molisana

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Ma Renzi non ha fatto già danni enormi al Pd?

di Vincenzo Cordisco Cari dirigenti, segretari ed ex segretari del pd, o forse meglio dire …

Un Commento

  1. L’unico vero faro di cultura, laboratorio di eccellenze del capoluogo e provincia. Giù le mani da questa perla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*