Home / Campobasso / Comune di Campobasso: Bucci e Coralbo costituiscono il gruppo consiliare “Democratici Per La Città”

Comune di Campobasso: Bucci e Coralbo costituiscono il gruppo consiliare “Democratici Per La Città”

I consiglieri comunali di Campobasso Raffaele Bucci e Michele Coralbo lasciano i propri gruppi consiliari, rispettivamente “Partito Democratico” e “Centro Democratico”. Contestualmente costituiscono il gruppo consiliare “DEMOCRATICI PER LA CITTA’” aderendo allo stesso. Il gruppo “DEMOCRATICI PER LA CITTA’” aderisce alla maggioranza di centro-sinistra, riconoscendosi nelle linee di Governo delineate dal Sindaco ad inizio mandato. Assume la funzione di capogruppo il consigliere Raffaele Bucci.
Così Bucci : “Tale scelta, sofferta ma indispensabile, è dovuta all’impossibilità di svolgere in maniera efficace la propria azione amministrativa in un gruppo consiliare coordinato dal capogruppo Giose Trivisonno il quale, alla luce dei fatti si è dimostrato, a giudizio dello scrivente, completamente inadeguato al ruolo che otto eletti nelle liste del Partito democratico gli avevano affidato.
La funzione di un capogruppo, specie del maggiore gruppo presente in consiglio, dovrebbe essere di guida, presenza assidua nel palazzo di città, coordinamento dei lavori dei consigli comunali e delle commissioni, attore principale nelle riunioni di maggioranza, rapporto continuo con Sindaco, Giunta ed altri gruppi, anche di opposizione, al fine di realizzare un’efficace azione di Governo.
Ciò purtroppo è avvenuto solo in sporadiche occasioni declassando da attore protagonista a poco più di una comparsa il ruolo che avrebbe dovuto avere nell’amministrazione comunale di Campobasso il gruppo del Partito Democratico. La conseguenza è, a giudizio di chi scrive, la formazione di un gruppo consiliare scollegato sia al suo interno e sia nei rapporti con Giunta e Sindaco, risultando consequenzialmente spesso assente nei momenti cruciali della vita amministrativa.
Stessa latitanza ha avuto il capogruppo Trivisonno in un momento chiave dell’amministrazione comunale in cui il Sindaco ha deciso, inopinatamente, di aumentare il numero degli assessori da sette a nove.
Con l’augurio che le considerazioni espresse contribuiscano a fare uscire il capogruppo Trivisonno dal torpore amministrativo che lo ha avvolto in questi primi due anni e mezzo di mandato e possa svolgere le sue funzioni amministrative in maniera efficace tanto da contribuire a ricompattare e rilanciare l’intero gruppo consiliare PD.
L’uscita dal gruppo consiliare al Comune di Campobasso, comunicata alla segreteria regionale PD, non significa ovviamente uscita dal Partito Democratico di cui se ne condividono in maniera decisa i valori ispiratori e le linee politiche generali e di cui mi onoro di essere tesserato e rappresentante nell’assemblea regionale con il ruolo di vice-presidente”.

Di Virginia Romano

Potrebbe Interessarti

Comune, le fibrillazioni politiche restano forti

Si prova la quadra all’interno della maggioranza consiliare del comune di Campobasso dopo le fibrillazioni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*