Home / Politica / Comune, caccia a sei franchi tiratori dal salto di quaglia

Comune, caccia a sei franchi tiratori dal salto di quaglia

Le elezioni provinciali di Campobasso hanno scatenato la guerra interna al centrosinistra al comune capoluogo. Anche perché i salti di quaglia hanno finito con l’assestare un duro colpo a quella che fu la maggioranza La caccia è, infatti, a quanti consiglieri, pure appartenenti allo schieramento di maggioranza, hanno finito con lo scegliere un candidato del centrodestra. Ne sarebbero quattro, mentre altri due non si sono portati al voto. Passaggi che erano già in agenda e ai quali potrebbero affiancarsi altri. Così come per qualche assessore oggi in Giunta. E’ evidente che all’interno della coalizione di centrosinistra il boccone è di quelli amari. E potrebbero esserci ripercussioni politiche nei prossimi giorni. Mentre all’interno del gruppo del Partito democratico c’è già chi inizia a prendere le distanze da una distratta dirigenza di partito. Del resto, bisognerà affrontare l’ultima frazione della consiliatura in attesa del voto di maggio prossimo. E la città ha ancora la necessità di trovare risposte ai suoi problemi. Occorrerebbe, pertanto, una politica di idee anche se, forse, si giunge troppo tardi. Ma quanto accaduto in occasione delle elezioni provinciali e quello che ancora si preannuncia con i salti di quaglia, finisce con l’essere politicamente inaccettabile. Nella politica resa poltiglia, ammasso, impasto di interessi particolari e personali, sembra che tutti abbiano gli stessi interessi. E nel Molise ormai è una è dannosa quotidianità

Di admin

Potrebbe Interessarti

Liste d’attesa, il calvario

157 giorni per una Tac al Cardarelli, 365 per un ECOCOLOR DOPPLERGRAFIA CARDIACA al Veneziale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*