Home / Politica / “Il Centro di alta riabilitazione Pavone di Salcito è una risorsa”

“Il Centro di alta riabilitazione Pavone di Salcito è una risorsa”

Una lunga lettera quella che i dipendenti del Centro di alta riabilitazione di Salcito hanno scritto al presidente della Giunta regionale e al direttore dell’Asrem dopo le polemiche di questi giorni. Polemiche sterili e dannose per i cittadini che attendono, al contrario, cure di qualità per le proprie patologie e di non dovere uscire fuori regione per potersi curare.

“I dipendenti del “Centro di Alta Riabilitazione P. Pavone “a seguito deH’avvicendarsi di numerose polemiche che in questi giorni stanno riempiendo le pagine delle maggiori testate giornalistiche locali riguardanti i posti letto accreditati, si sentono in dovere di esprimere la propria opinione a riguardo.

Si parla di “posti letto” e si dimentica la “persona”. Sono diversi anni che ci prepariamo con professionalità ad accogliere il disagio che i cittadini e i loro familiari si trovano a dover affrontare a seguito di improvvisi problemi di salute.

E’ un sollievo per le famiglie molisane pensare di non dover trasferire in un’altra regione,magari anche lontana, i familiari malati ma poterli sostenere da vicino nel lungo e difficile cammino che li aspetta.

Non sono sovrapponibili le attività svolte nella suddetta struttura con quelle degli ospedali pubblici essendo le une interdipendenti dalle altre per continuità di cura. Il team interdisciplinare di riabilitazione che opera presso il Centro, attraverso una visione olistica, ha l’obiettivo di mantenere le abilità residue e di ripristinare i livelli di autonomia parziali o totali, migliorando il livello di qualità della vita, attività che gli ospedali pubblici non possono garantire.

Siamo stanchi di dover subire l’instabilità che le polemiche ci portano a dover affrontare e diciamo BASTA.

BASTA perché la maggior parte di noi giovani laureati ha avuto la possibilità di non subire il grande fardello della disoccupazione e il “viaggio”, emblema del distacco dalle nostre radici; La Regione Molise dovrebbe essere orgogliosa di questo.

BASTA perché il Centro è nato in una rete di comunità disagiate che da essa possono trarre vantaggio economico e sociale.

I lavoratori chiedono ai politici molisani di sostenere la crescita del Molise disagiato quale area interna anche attraverso il Centro di Alta Riabilitazione “Paola Pavone”.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Merlo: “Il Molise che sprofonda”

“E’ solo di qualche giorno l’allarme lanciato dai dati ISTAT che registrano nei primi 8 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*