Home / Campobasso / Campobasso, si è dimesso il consigliere Colarusso

Campobasso, si è dimesso il consigliere Colarusso

Alla fine, il consigliere comunale, Pasquale Colarusso, eletto in maggioranza, ha ceduto ed ha rassegnato le dimissioni. E’ stato chiamato in causa dall’amministrazione comunale di Campobasso perchè, nello svolgimento del mandato di assessore allo Sport nella Giunta Di Bartolomeo, aveva percepito l’indennità di funzione in misura intera. Successivamente, però, è stato accertato che il suo status era quello di lavoratore dipendente (di un patronato) e, pertanto, chiamato a restituire 77mila euro importo indebitamente percepito nei quattro anni (dal 2009 al 2013) in cui è stato componente dell’esecutivo. Il Comune di Campobasso ha avviato le procedure per il recupero delle somme indebitamente percepite nei confronti di Colarusso, eletto nel 2014 tra gli scranni del Municipio con la lista dei Popolari per l’Italia a sostegno del sindaco, Battista.
L’ex assessore allo sport si è sempre detto in buona fede, disponibile a restituire i 77mila euro e aveva chiesto agli uffici preposti la possibilità di una rateizzazione secondo le sue possibilità economiche e con l’aggiunta dei soldi dovuti dallo svolgimento del ruolo di consigliere comunale. Ma l’ente ha deciso di aprire il contenzioso verso il consigliere che ha ritenuto rassegnare, così, le dimissioni. Al suo posto, in Consiglio, tornerà a sedere, Federico Sarli. Nella mancata accettazione della rateizzazione c’è, forse, anche una questione politica? Il punto interrogativo aleggia sulla vicenda.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Cotugno: “L’identità del Molise va difesa”

Intervenendo ad un convegno tenutosi a Campobasso sulla “Questione regionale”, il presidente del Consiglio regionale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*