Home / Sanità / Il Campobasso calcio mira a vincere da subito

Il Campobasso calcio mira a vincere da subito

Un grande gruppo industriale, quello che fa capo alla famiglia De Lucia, che ha inteso rilevare le sorti del Campobasso calcio. A Campobasso, il nuovo presidente del sodalizio, Marco De lucia, che ha parlato della necessità di vincere fin da subito. E, per questo, ha inteso dare vita ad un’organizzazione di professionisti proprio per guardare al domani. Le prospettive le ha snocciolate nel corso della conferenza stampa tenuta nella sala allo stadio. Un disegno programmatico che ha dato il respiro di una società sportiva vera.  “È stata un’accoglienza bellissima in questa città. Io sono un industriale e, come tale, mi piace vincere, perché solo le vittorie rendono famose le persone. Il Campobasso sarà una società forte e sta creando le fondamenta di un club importante. Mi auguro che riusciremo a fare qualcosa di importante per tutta la regione. Spero di riuscire a coinvolgere l’intero territorio, perché il Molise è una regione di livello internazionale. E ve lo dice chi gira, per lavoro, cinquanta Paesi. Se non dovessimo vincere saremo dei falliti. A fine campionato vedremo chi avrà avuto ragione, se noi o la sorte. Non sono venuto a Campobasso per fare business, ma voglio far crescere un sogno. E, per questo motivo, voglio subito i risultati. Sono abituato a vincere, ho costruito dal nulla un impero con diciannove aziende e interessi in sette Paesi”

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Reclutamento scuola secondaria, gli sportelli della Flc Cgil

Si è tenuta nei locali dell’I.I.S “S. Pertini” di Campobasso, un’assemblea molto partecipata sulle novità …

3 commenti

  1. Gianpaolo Libertucci

    Sì, si, pensate pure al calcio… Abbiamo una piscina comunale che è l’ologramma di una piscina, in un capoluogo di regione (leggasi CAPOLUOGO DI REGIONE), eppure continuiamo a pensare al calcio. Da neuropsichiatria….

  2. Dominic Cotti Cottini

    Scusate se ve lo dico: chi se ne importa. Non c’è solo il calcio come sport. Trovo stomachevole tutta questa attenzione verso un solo sport ed il silenzio su attività come il nuoto, il pattinaggio, l’atletica. Il provincialismo campobassano si fa riconoscere anche in questo.

  3. Mi associo alle rimostranze dei due lettori. Non è possibile che si pensi solo al calcio, e se a dirlo è un uomo, vuol dire che la misura è colma. Ho letto un interessantissimo articolo sulla piscina comunale di Campobasso, pubblicato proprio su questa testata: è tutto vero, non c’è una virgola che non corrisponda a verità. Lasciata in abbandono per anni, è stata ristrutturata solo a seguito degli improperi di chi la frequentava, ma risulta ampiamente insufficiente al reale bacino d’utenza. Ed intanto le nostre squadre agonistiche continuano a vincere. Da “Scherzi a parte”!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*