Home / Politica / “In campo i valori identitari della Destra”

“In campo i valori identitari della Destra”

“Casa comune della Destra, sovranità popolare, welfare generativo, sicurezza e legalità, ambientalismo, la difesa dei redditi popolari e del ceto medio, sono questi alcuni dei punti cardine del documento congressuale che verrà presentato il 18 e 19 febbraio a Roma durante l’assemblea fondativa che vedrà la fusione di Azione Nazionale e La Destra  in un nuovo soggetto politico unitario di destra,  lanciando un appello a tutte le forze politiche sovraniste, a cominciare dalla Lega e da Fratelli d’Italia, a liste civiche e movimenti, per creare insieme questo Polo in modo unitario, inclusivo e pluralista”. Lo scrive il coordinatore regionale del Molise di Azione Nazionale, Carlo Perrella.  “Un passaggio fondamentale che trova la sua motivazione nell’esigenza di dare vita ad un nuovo soggetto politico che incarni una Destra ormai non più presente nel panorama politico italiano, un Polo identitario e sovranista capace di rappresentare una seria alternativa di governo, per dare una risposta concreta ai bisogni della Nazione e al ceto medio piegato dalla crisi. Esponenti e militanti di Azione Nazionale Molise si uniranno agli altri attivisti provenienti da tutto il Paese per testimoniare la costituzione di un nuovo soggetto politico – sottolinea Carlo Perrella, – dalla nostra regione oltre in 50, tra cui 25 delegati, parteciperanno all’evento, per essere attori e protagonisti di questa volontà di cambiamento, perché i territori, l’identità e le comunità sono i referenti di questo progetto politico che si autodetermina dal basso e si radica come movimento del territorio”.  Il Congresso nazionale segnerà quindi non solo la nascita di questo nuovo soggetto politico, ma rappresenterà anche un importante momento di confronto con tutte le altre forze politiche di destra; oltre alle relazioni di Gianni Alemanno, Roberto Menia, Giuseppe Scopelliti, Roberto Buonasorte e Francesco Storace, sono previsti anche gli interventi di Renato Brunetta e Maurizio Gasparri (Forza Italia), Raffaele Fitto (Direzione Italia), Mario Mauro (Popolari per l’Italia), rappresentanti della Lega Nord e di Noi con Salvini, Gaetano Quagliariello (Movimento IDeA), Nicolas Bay (Front National di Marine Le Pen) e Martin Rothweiler (Allianz für Deutschland).

 

“In questo contesto – afferma Carlo Perrella, che interverrà durante i lavori in quanto membro della segreteria unitaria del Congresso – porteremo avanti un’idea fondamentale: rilanciare il Sud come proposta politica fondamentale per la rinascita dell’Italia, attraverso un progetto di sviluppo in grado di porre le basi per attrarre nuovi investimenti e nuovo posti di lavoro, perché ad oggi la vera emergenza sociale del Mezzogiorno è la disoccupazione giovanile, insieme alla sanità, alle infrastrutture e all’ambiente”.

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Accordo in vista a Roma: si lavora a un baratto sui commissari straordinari alla sanità. Il commissario della Campania ai 5 Stelle, il commissario del Molise alla Lega

La sanità, nel Molise, è il perno intorno al quale ruotano le maggiori questioni politiche …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*