Home / Politica / CAMBI DI CASACCA: IL BALLETTO CONTINUA

CAMBI DI CASACCA: IL BALLETTO CONTINUA

di Massimo Dalla Torre

Un detto recita che “il ferro bisogna batterlo quando è caldo” per questo vogliamo tornare sui “cambi di casacca e salti della quaglia”. Questione motivata dalla confusione che si sta ingenerando attorno alle candidature per le prossime elezioni amministrative che, purtroppo, ripropongono candidati datati. Nomi che si presenteranno all’elettore, anche se hanno cambiato casacca e formazione. Persone che si dicono pronte a dare una svolta alla città nonostante la confusione regna a trecentosessanta gradi. Candidati più o meno noti che cercano di prenotare o riprenotare un posto sull’autobus cittadino tant’è che non hanno perso tempo a cercare nuove alleanze, un tempo impensabili,  pur di vincere la competizione che si è fatta sottile, subdola e sotterranea. Gara che vedrà scendere in campo, un esercito di persone guidate dai soliti generali che cercheranno di riacquartierarsi nel palazzo di città. Un’allocazione che si presenta incerta e piena d’insidie perché la postazione non e’ semplice da governare per i problemi che in tanti anni di “bislaccherie” ha portato alla desertificazione sia morale che materiale Campobasso: eppure la lotta è serrata. Una lotta che ha connotati ben precisi, come del resto sempre, tracotanza, spavalderia ma soprattutto un arrampicarsi sullo specchio dell’inutilità. Cose che indispettiscono l’elettore che e’ stanco di assistere al balletto che in tempo di elezioni viene riproposto senza alcun ritegno. Situazione che Pasquino, se potesse, commenterebbe in questo modo: “voi che dar palazzo credete de comannà attenti a quello che fate perché se prima de inizia’ er popolo rumoreggia’ e’ bene ritirasse altrimenti ce se sbatte er grugno”.

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

In Consiglio regionale, rendiconto e assestamento

Un Consiglio regionale alle prese con i rendiconti finanziari del 2017, dell’assestamento di bilancio per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*