Home / Lavoro / Boccardo: “Gam, la politica sia responsabile”

Boccardo: “Gam, la politica sia responsabile”

“La vicenda GAM è ad una svolta fondamentale ed occorre avere i nervi saldi.” Questa la raccomandazione di Tecla Boccardo che questa mattina ha partecipato all’assemblea dei lavoratori a Bojano.  “Guardiamo con molta attenzione al progetto che il Gruppo Amadori sta predisponendo per il rilancio della filiera avicola molisana. Ma non ci facciamo guidare dall’approssimazione. Per quanto ci riguarda, l’importante è che si tratti di un vero progetto, di ampio respiro con investimenti veri, con un’opera di adeguamento delle strutture produttive e qualificazione dei lavoratori, un rilancio dell’attività produttiva che possa creare occupazione diretta stabile e un indotto economico qualificato e, anche qui, non effimero con ricadute positive su tutta l’area di Bojano e dintorni.” Questi gli obiettivi della UIL molisana. “Siamo, peraltro, sicuri che le Organizzazioni sindacali del settore agroalimentare, nel consueto e proficuo rapporto fra il livello nazionale, i delegati e i lavoratori direttamente interessati, sapranno valutare l’accordo sindacale, fondamentale per l’avvio del progetto complessivo, si impegneranno a negoziare quel che c’è di migliorabile, vorranno, responsabilmente, sottoscrivere come e quando sarà possibile e utile.” Sempre Boccardo in assemblea. “Quello che ci preme, però, è anche un alto livello di responsabilità da parte degli amministratori locali. Qualcuno puntava, forse, su altri competitori, taluni accarezzano ancora oggi l’idea dello spezzatino che distruggerebbe la filiera e metterebbe a repentaglio l’idea forte che fa ripartire l’intero settore. Simili posizioni, quando mai ci fossero, vanno messe da parte.” Le richieste esplicite del Segretario generale della UIL molisana: “La politica locale fornisca le risorse economiche di propria competenza, nazionali e regionali, semplifichi e acceleri le procedure, si occupi di assicurare un reddito ai lavoratori al momento in attesa di essere nuovamente occupati, profili e migliori le loro professionalità. Questa è la vera occasione per la politica locale per dar prova di equilibrio, responsabilità, progettualità e per far capire al popolo molisano che davvero si può ripartire con un’economia che crea ricchezza, realizza posti di lavoro, salvaguarda la coesione sociale.”

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Zuccherificio ennesimo sfregio

L‘ex Zuccherificio del Molise, fa parlare ancora di sé anche adesso che, oramai dello stesso, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*