Home / Dardo

Dardo

Il Molise capovolto

C’è qualcuno che possa dire di essere in grado di dimostrare che nel Molise sia in atto  una politica che sta creando “crescita e occupazione incentivando l’innovazione e la competitività e migliorando il sistema regionale di ricerca e sviluppo?”.  Se c’è si faccia avanti, metta a tacere i critici dell’attuale …

Leggi Tutto »

Due debolezze non fanno una forza

La Regione Molise (direzione generale per la Salute) e l’Asrem da oltre due anni sono in simbiosi, unite dal comune interesse di centrare gli obiettivi posti dal Piano di rientro dal disavanzo sanitario. Tanto è vero che il 4 febbraio 2015 hanno stipulato un Protocollo d’intesa per l’attuazione da parte …

Leggi Tutto »

Acqua pubblica, ma la si vuole salvaguardare?

C’è troppa contiguità politica tra il governo regionale e il sistema delle autonomie locali, per cui molto spesso accade che si abbia l’impressione che sia sotto dettatura, comunque  condizionato nei giudizi e nelle scelte dalle decisioni che scaturiscono dalle disposizioni amministrative e legislative della Regione. Dello stesso avviso sembra essere …

Leggi Tutto »

La Regione ha fretta di sistemare i dirigenti

  La Regione, che ha sempre brillato per perdita di tempo, rinvii e dilazioni, questa volta ha fretta di mettere la dirigenza nella condizione di esprimere le proprie capacità, di prendere le redini dei Servizi appena definiti nei giorni scorsi (il 30 gennaio 2017 per la precisione). Al presidente Frattura …

Leggi Tutto »

Per la Campania, sul versante di Altilia 100 pale eoliche?

Il silenzio della Regione Molise è complice della Regione Campania che ha autorizzato un parco eolico (circa 100 torri) sui crinali del Matese (versante campano) a ridosso dell’area archeologica di Saepinum. Quel silenzio può essere inteso come  un implicito invito ai Tycoon del vento (col sospetto di risorse finanziarie di …

Leggi Tutto »

Non facciamoci scippare, almeno, l’acqua

La scomparsa dello Zuccherificio del Molise dallo scenario industriale in un clima di rassegnazione generale, molto prossimo all’indifferenza, ha consentito ai vertici regionali di esprimersi in modo irriverente nei confronti di quella esigua parte dell’opinione pubblica che condanna la loro inefficienza e il loro cinismo, fino al punto che un’assessore …

Leggi Tutto »