Home / Economia / E’ attivo alla Camera di Commercio del Molise l’Organismo di gestione della crisi economica

E’ attivo alla Camera di Commercio del Molise l’Organismo di gestione della crisi economica

La crisi economica morde ancora. Con essa, nel tessuto sociale ed economico permangono condizioni di difficoltà, soprattutto per le piccole e medie imprese, ma anche per le imprese tout court, e per i consumatori. Lo stato di fatto già nel 2012, con la legge 3,  ha trovato una soluzione per tamponare l’emorragia e per rinsanguare, seppure limitatamente, le vittime della crisi. La Camera di Commercio del Molise quel provvedimento legislativo  ha inteso rilanciarlo, comunicando che presso gli uffici di Piazza della Vittoria a Campobasso “è operativo l’Organismo di gestione della crisi da “sovraindebitamento”. Si tratta di una procedura nata a beneficio di tutti quei soggetti indebitati in misura preponderante e in perdurante squilibrio economico, con l’impossibilità di fare fronte agli impegni assunti. Avvalersi dell’Organismo di gestione della crisi, significa che i debitori civili hanno la possibilità di formulare una proposta di accordo con i creditori o, nel caso di un consumatore, in alternativa,  di proporre un piano di ristrutturazione del debito o, da ultimo,  di attivare un procedimento di liquidazione, allorché la ristrutturazione dell’esposizione debitoria non sia praticabile. A questo beneficio possono accedere i consumatori in difficoltà economica, le imprese commerciali di minori dimensioni (e perciò non fallibili), e altri soggetti con esposizioni debitorie, anche potenzialmente rilevanti, quali le imprese agricole, le start up, gli enti no profit.  Le valutazioni del caso, e la messa in essere degli interventi, sono svolte da professionisti denominati “gestori della crisi”, iscritti in un apposito elenco tenuto dal Ministero della Giustizia, sotto la supervisione del Tribunale che dovrà poi ratificare l’accordo, il piano o la proposta di componimento del debito. Sul piano concreto c’è da aggiungere  che per avviare le procedure, è necessario compilare un’istanza che può essere depositata a mano, presso l’Ufficio di Segreteria dell’Organismo, alla Camera di Commercio, oppure inviata tramite posta elettronica certificata (Pec) all’indirizzo cciaa.molise@legalmail.it

 

L’esito per  chi accede alla possibilità di ristrutturare, ripianare ed estinguere il debito mettendo a disposizione il proprio patrimonio, è la liberazione di tutti i debiti pregressi, il cosiddetto  “fresh start”, con un piano di rientro che gli permette una “ripartenza”, una seconda “possibilità” nell’ambito della propria vita privata o d’impresa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Nocciole e mandorle in Molise per Dolceamaro e Ferrero

“Un progetto che prende avvio dalla Misura 4, sottomisura 4.1. del Piano di Sviluppo Rurale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*