Home / Campobasso / “Assessore Nagni perchè non interviene con Trenitalia?”, l’interrogativo di una viaggiatrice

“Assessore Nagni perchè non interviene con Trenitalia?”, l’interrogativo di una viaggiatrice

Caro assessore Nagni,

Che dire? Che le beffe non finiscono mai. Come può notare dalla risposta di Trenitalia al mio reclamo, per il ripristino dell’ascensore della stazione di Campobasso bisogna attendere fino a febbraio (due mesi!) e che per avere una parvenza di videosorveglianza in un sottopassaggio vandalizzato ed insicuro si va a marzo, dopo che si era parlato di settembre 2016.

La mia domanda è: qual è il suo ruolo in tutto questo? Ha mostrato sufficiente indignazione nei tavoli di confronto con l’ente, così come lo avrebbe fatto un cittadino comune, che deve limitarsi ad utilizzare il modulo di reclamo? A proposito di quest’ultimo, invito i cittadini a farne uso e a non limitarsi a parlarne solo fra sé, perché non serve a nulla.

Di parole sulla salute del nostro sistema ferroviario ne sono state spese troppe e, glielo dico senza alcun pregiudizio, mi indigna l’assoluto nulla di fatto a quattro anni dal suo insediamento. Consapevole del disastro che ha ereditato dall’amministrazione precedente, non giustifico tuttavia la mancanza di avanzamento nel processo migliorativo, neanche alla lontana.

Una viaggiatrice che ha atteso invano

Mariacarmela Mastrantuono

 

Di Virginia Romano

Potrebbe Interessarti

Imu in zona Lucarino, il Comune fa marcia indietro

Dopo il lungo braccio di ferro sull’applicazione dell’Imu sui terreni della perimetrazione cosiddetta Lucarino a …

2 commenti

  1. La linea Campobasso-Roma, proiezione del Molise al di fuori dei propri ristretti confini, deve funzionare alla perfezione, anche in caso di maltempo. Le linee per Roma e Napoli sono le uniche ad avere una quantità di utenza consistente e soprattutto ci collegano al resto d’Italia. Pensiamo ad ammodernare questa linea, con rettificazioni, elettrificazione e nuovi treni e ridurre i tempi di percorrenza. E ben venga una commissione che rilevi i disservizi e proponga soluzioni da rendere immediatamente esecutive (e che non sia solo un maggior onere per i contribuenti in perpetuo). Sono temi che occorre affrontare come amministratori e come cittadini, ma, come in altri campi, occorre che maturi, in tutti, la cultura del trasporto pubblico, in particolare sul treno.
    Quando sento parlare di riattivare linee chiuse, anacronistiche, che dovranno condurci a prendere l’alta velocità a Benevento http://www.michelerocco.it/Opere_pubbliche/campobasso_benevento.htm, credo che non si hanno le idee chiare sul da farsi e questo mi preoccupa, al pari della costruenda “metropolitana leggera”.

  2. Giacomo Iacobucci

    Un disastro. Non tanto le strade ferrate e relative infrastrutture, quanto l’assessore. Il suo livello di pressapochismo ha superato il grado di incompetenza di chi lo ha preceduto. Macro-regione, e subito!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*