Home / Politica / “Alla Cattolica tagliati altri 2 milioni e 600mila euro. Così, ci fanno chiudere”

“Alla Cattolica tagliati altri 2 milioni e 600mila euro. Così, ci fanno chiudere”

“In due anni alla Cattolica la Regione ha tagliato 5 milioni e mezzo di euro, portati i posti letto da 180 a 106 e, oggi, taglia ancora il budget per l’anno in corso di oltre due milioni e mezzo di euro. Così, la struttura sanitaria di Campobasso è costretta a chiudere”. A dichiararlo, in conferenza stampa, il responsabile della comunicazione, Antonio Chiatto, a seguito del decreto n.63 del commissario ad acta per la sanità, Paolo Frattura. a presiedere la conferenza stampa, monsignor Giancarlo Bregantini che ha parlato “di errore strategico da parte della Regione. Invece di dare vita e forma all’integrazione tra il Cardarelli e la Cattolica, per garantire cure e prestazioni di eccellenza per i cittadini, si va smontando il sogno per i molisani di potere contare su una struttura efficiente e in grado di garantire l’eccellenza”. Anche per la professoressa Giuseppina Sallustio, direttore del dipartimento servizi della Cattolica, il provvedimento assunto dalla Regione è grave. “Invece di favorire la serenità e, dunque, garantire prestazioni di qualità si procede con i tagli che minano il sistema sanitario regionale”. “A chi dovranno rivolgersi i molisani per curarsi? – la domanda posta dal dottore Fabio Rotondi, direttore della chirurgia generale ed oncologica. – Solo in chirurgia quest’anno sono stati operati 3,000 pazienti di cui il 60% molisani e il restante extra regionali. Dove dovranno andare, allora, per essere operati i molisani se dovesse chiudere la Cattolica? A fronte di quali spese per le famiglie e per la stessa sanità molisana? A fronte di quali cure?”. Per ,intanto, una manifestazione è prevista a Campobasso per il prossimo giovedì 15 dicembre mentre ci si interroga sul perchè del provvedimento del commissario ad acta della sanità che va a stravolgere l’intero sistema della sanità accreditata molisana. Del resto, la Cattolica a Campobasso ha mantenuto i 480 dipendenti attraverso la riorganizzazione e l’efficientamento del sistema interno senza tagliare posti di lavoro nonostante i soldi in meno ricevuti dalla Regione Molise. Ora, però, non ci sarebbero più spazi di manovra dinanzi al taglio di due milioni e 600mila euro inferti attraverso il nuovo decreto regionale.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Toma: “Infrastrutture, ora possiamo procedere. Sbloccati i fondi”

Infrastrutture, ora qualcosa sembra muoversi. E’ diventato operativo, infatti, il piano sviluppo e coesione 2014-2020, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*