Home / Politica / Agricoltura, la spesa del Piano di sviluppo è appena al 7,57%

Agricoltura, la spesa del Piano di sviluppo è appena al 7,57%

di Giuseppe Saluppo

Agricoltura, il Molise per la spesa del Piano di sviluppo rurale, stante i dati dell’Agea, vede un avanzamento della spesa di appena il 7,57%. Continuando su questa linea, al 31 dicembre 2018 potrebbe esserci un disimpegno automatico di circa il 10% delle risorse pari a qualcosa come 20 milioni di euro. E’ questo il quadro che si pone oggi con i dati aggiornati al 30 giugno 2017. Tra le regioni meridionali, solo la Campania, con una spesa del 5,35% e l’Abruzzo con una spesa del 5,63% fanno peggio del Molise. Mentre ha macinato bene la Calabria con una spesa che supera il 14%. Ricordiamo che il Molise, ha avuto una dotazione finanziaria complessiva per il Psr di 210.468.750 mila euro di spesa pubblica e 101.025.000 mila euro dei fondi Feasr europei. Per un totale di oltre 300 milioni di euro atti a  garantire lo sviluppo del sistema agricolo regionale qualora questi fondi, con tempi celeri, finiranno a favore e a sostegno delle aziende agricole molisane. L’avanzamento della spesa, appena del 7,57% e la proiezione del disimpegno automatico con un 9,44% lasciano spazio a più di qualche preoccupazione. L’assessore all’agricoltura, Vittorino Facciolla, ha ostentato sicurezza sulla spesa ma i dati forniti da Agea sono tutt’altro che rassicuranti e floridi. Una macchina che mostra non pochi ritardi e qualche vizio di origine come sulla necessità di inserire premialità per quelle imprese che operano in zona di collina e di montagna sicuramente più svantaggiate rispetto alle altre. Ma, anche, nel settore dell’allevamento dove si sono perse le tracce dell’Associazione allevatori che, pure, tanto ha fatto per lo sviluppo della zootecnia molisana. Al pari del Coredimo fatto saltare dalla sera alla mattina. L’agricoltura molisana avrebbe la necessità di avere un piano a monte per capire dove andare e quali sfide affrontare. Ancora una volta, però, alcun piano di sviluppo agricolo si è avuto. Così, come restano allo stato brado i Consorzi di bonifica e situazioni latenti  nel silenzio delle organizzazioni sindacali agricole. Non sappiamo, allora, come faccia ad ostentare sicurezza l’assessore regionale, Vittorino Facciolla.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

“Cooperazione transfrontaliera, Molise in 4 progetti”

Cooperazione transfrontaliera Italia-Croazia, il Molise protagonista in quattro dei 22 progetti che hanno superato positivamente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*